19 settembre 2021

Cultura

WWF stila una lista dei 10 alberi monumentali delle loro oasi e lancia un nuovo corso online

“Foreste: i polmoni della Terra” è il nuovo corso disponibile gratuitamente su One Planet School che l’Associazione ha lanciato in occasione della Giornata dedicata alle foreste

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

Giornata delle Foreste del WWF

ITALIA - Assieme a stagni, laghi e lagune, boschi e foreste sono gli habitat maggiormente rappresentati all’interno della rete di aree protette del panda. Luoghi antichI e perciò indispensabili per la nostra biodiversità, che custodiscono al loro interno maestosi alberi secolari o plurisecolari.

Dalle quercie dell’oasi fluviale del Molino Grande e i castagni di Montovolo in Emilia Romagna, fino al grande ulivo di Torre Guaceto in Salento, passando per Gennarino la quercia monumentale degli Astroni a Napoli e la grande sughera di Burano in Toscana. Questi sono solo alcuni dei dieci patriarchi, straordinarie piante protette dal WWF e di cui si può trovare l’elenco completo sul sito wwf.it.

E per scoprire tutto il valore dei grandi alberi, ma ancora di più dei grandi ecosistemi forestali del Pianeta, il WWF lancia il corso “Foreste: i polmoni della Terra” sul portale e- learning di One Planet School. Un seminario gratuito, articolato in 10 lezioni a cui hanno gentilmente contribuito professori universitari, ricercatori ed esperti, in cui emerge la bellezza e complessità degli ecosistemi forestali, la biodiversità che in essi si cela e il loro valore naturale ed economico.

Ma parla anche di riproduzione vegetale e di popoli che ancora abitano le foreste primarie dall’Asia al Sud America passando per il continente africano. Sono inoltre presentati gli effetti benefici, per lo sviluppo psicofisico di bambini e adulti, del vivere in un ambiente naturale sano. Il corso infine, svela le minacce che stanno riducendo drasticamente le foreste di tutto il pianeta, dai cambiamenti climatici alla scelta dei beni che acquistiamo, ma aiuta anche a comprendere cosa può fare il singolo, e cosa si sta muovendo al livello nazionale e internazionale.

 

 

 


| modificato il:

Ilaria Frare

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×