24/06/2024nubi sparse

25/06/2024nubi sparse e rovesci

26/06/2024possibili temporali

24 giugno 2024

Cronaca

Condannata per l’omicidio dei suoi quattro bambini, riesce a dimostrare la sua innocenza dopo 20 anni di carcere

La svolta shock nel caso di Kathleen Folbigg

|

|

Kathleen Folbigg

Dopo due decenni di detenzione a seguito della condanna per l'omicidio dei suoi quattro figli, Kathleen Folbigg, una donna australiana di 56 anni, ha finalmente visto riconosciuta la sua innocenza. La Corte d'appello penale dello stato del Nuovo Galles del Sud ha annullato le condanne, definendo la situazione uno dei più grandi errori nella storia del sistema giudiziario australiano. Il dramma di Kathleen Folbigg aveva attirato l'attenzione mondiale, con la donna inizialmente condannata nel 2003 a 40 anni di carcere, successivamente ridotti a 30 anni nel 2005. Le morti dei suoi quattro figli, Caleb, Patrick, Sarah e Laura, erano state inizialmente attribuite alla sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS). Tuttavia, una revisione del caso nel 2021, guidata da uno scienziato spagnolo, ha collegato le morti a rare mutazioni genetiche, sollevando dubbi sulla colpevolezza di Folbigg.

Il tribunale ha dichiarato che esiste "un ragionevole dubbio sulla colpevolezza della signora Folbigg", giustificando così l'annullamento delle condanne e la sua assoluzione. La revisione è stata avviata dopo che una lettera firmata da un centinaio di scienziati, inclusi dei premi Nobel, ha chiesto la grazia e il rilascio immediato di Folbigg. La donna, etichettata ingiustamente come il "peggior serial killer australiano", ha trascorso anni sperando e pregando per vedere riabilitato il suo nome. Dopo aver esaminato il rapporto, i giudici hanno concordato che le annotazioni del diario di Folbigg, utilizzate contro di lei nel processo, "non erano ammissioni di colpevolezza attendibili". La vicenda ha spinto gli stati australiani a considerare la creazione di un organismo indipendente di revisione dei casi penali per evitare futuri errori simili, dimostrando il profondo impatto dei progressi scientifici nei processi legali e stabilendo un importante precedente nella giustizia australiana.
 



Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×