26 gennaio 2021

Treviso

Il dominio del caldo è rotto, temporali fino a giovedì

Classica "rottura" agostana con temperature in netto calo e instabilità; migliora nel weekend con rialzo termico

| Andrea Costantini |

| Andrea Costantini |

Il dominio del caldo è rotto, temporali fino a giovedì

Ben ritrovati in questa settimana di metà agosto per un breve punto della situazione meteorologica.

Il gran caldo è terminato da poche ore, i temporali talora anche intensi (ma fortunatamente finora non distruttivi) hanno permesso di rimescolare l'aria e apportato preziosi millimetri di pioggia specie lungo la fascia pedemontana, mentre ancora scarse risultano le precipitazioni in pianura.

Ecco il panorama di Vittorio Veneto durante il temporalesco pomeriggio di domenica 16 agosto.

Il mese di luglio 2015 è già stato classificato come mese più caldo in molte zone del nord Italia dall'inizio delle rilevazioni (spesso pluricentenarie e spesso superando o eguagliando il celebre 2003); un valido approfondimento scientifico si può leggere sulle pagine della Società Meteorologica Italiana . Abbiamo più volte evidenziato la spropositata anomalia climatica, ed ecco i risultati sul campo; stagione ovviamente molto negativa per i bilanci glaciali alpini, privati della poca neve dell'inverno e con profonda fusione del ghiaccio esistente. L'estate si mostra ancora una volta come stagione cardine del bilancio, capace di cancellare in poche settimane decine di centimetri di ghiaccio che aveva impiegato molti anni a formarsi.

Tornando al tempo sulle nostre zone, osserviamo una diffusa instabilità con frequenti rovesci e temporali; tale andamento persisterà ancora fino a mercoledì, con progressivo miglioramento a partire da giovedì quando avremo una moderata rimonta anticiclonica sostenuta da correnti più secche da nordovest, foriere di un miglioramento più deciso specie da venerdì. In tale contesto le temperature risaliranno ma resteranno nella media, assicurando serate fresche e piacevoli e pomeriggi non oltre i 26-27ºC con ventilazione settentrionale.

Il giorno più perturbato sembra essere mercoledì, quando l'instabilità sarà maggiormente accentuata e le condizioni più favorevoli a rovesci e temporali, anche intensi; questa mappa individua le zone con maggior accumulo previsto, e ben evidenzia l'atteso incremento di piogge per mercoledì.

In sintesi, ecco il tempo per i prossimi giorni: 

Martedì 18 (attendibilità 90%): mattinata con ampie schiarite seguite da aumento della nuvolosità cumuliforme e diffusione di rovesci e temporali nel pomeriggio-sera, più frequenti lungo le prealpi. In serata ulteriore aumento della probabilità di temporali, in estensione nella notte.

Mercoledì 19 (80%): spiccata instabilità con temporali diffusi e anche intensi specie nella prima parte della giornata; il calo termico permetteà qualche spruzzata di neve sulle cime dolomitiche, in quanto lo zero termico scenderà fin verso i 3000m. Nel corso della giornata progressiva attenuazione dei fenomeni e apertura di qualche schiarita entro sera/notte. Temperature in calo con valori diurni non superiori a 20-22ºC

Giovedì 20 (80%): miglioramento progressivo nel corso della prima parte del giorno con ampie schiarite e maggior soleggiamento; al pomeriggio si formeranno ancora cumuli sui monti con residui rovesci o brevi temporali, ma si tratterà di fenomeni sporadici e non organizzati, piuttosto limitati nel tempo e nello spazio con esaurimento entro sera. Clima frizzante al mattino e la sera, con valori minimi in discesa fin verso i 15-16ºC

Venerdì 21 (80%): ottima e fresca giornata in prevalenza soleggiata e con solo qualche modesto cumulo pomeridiano sui monti, in genere senza alcuna precipitazione o con qualche brevissimo scroscio, assai isolato, limitato al pomeriggio. Temperature massime in risalita a 25-26ºC.

Sabato 22 (80%): tempo stabile e prevalentemente soleggiato, con clima assai piacevole. 

Domenica 23 (70%): da ovest si avvicinerà una perturbazione ma la traiettoria non è ad oggi definibile e probabilmente transiterà lungo le Alpi tra domenica e lunedì con effetti modesti sul nostro settore, al più limitati a un passaggio di piogge non duraturo.

 


| modificato il:

Andrea Costantini
Redazione di articoli a carattere previsionale e di approfondimento sulla meteorologia del trevigiano, con uno sguardo sempre attento al più vasto contesto ambientale dove siamo inseriti. Ruolo professionale: tecnico commerciale presso NESA http://nesasrl.eu/, progettazione, costruzione ed installazione di strumentazione professionale per monitoraggio ambientale e telecontrollo (meteorologia, idrologia, energie rinnovabili, geologia...). Dati meteo e webcam da Vittorio Veneto (TV) http://meteoravanel.altervista.org/

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×