18 aprile 2021

Castelfranco

Lupo investito a Castelfranco

La notizia è corsa nei social

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Lupo investito a Castelfranco

CASTELFRANCO – Un giovane esemplare di lupo è stato investito a Castelfranco. La foto dell’animale morto è corsa rapidamente su WhatsApp tra i faunisti della provincia. Non ci sono dettagli sulla strada dove l’animale è stato investito da un veicolo ma è probabile si tratti di un’arteria periferica e prossima alla campagna. “Questo è uno dei periodi in cui i lupi vanno in dispersione e nel 2019 ci sono stati almeno tre i lupi morti in provincia di Treviso, investiti da auto”: ci spiega un esperto che collabora con i progetti di salvaguardia del lupo in Cansiglio. Il faunista aggiunge che: “Probabilmente dopo il bracconaggio, la seconda causa di morte dei lupi in Italia, è l'impatto con auto e treni. Sono decine all'anno quelli accertati, più tutti quelli che vanno a morire nel bosco”.

Ma in cosa consiste la “dispersione” del lupo? Nella pagina web del Centro Grandi Carnivori del Piemonte si legge che: “La dispersione rappresenta la via primaria utilizzata dai lupi per colonizzare nuove aree disponibili e per mantenere uno scambio genetico all'interno della popolazione. A entrare in dispersione sono generalmente gli individui in età riproduttiva di uno o due anni, anche se sono stati riportati fenomeni di dispersione per individui di età superiore. I lupi in dispersione vanno alla ricerca di un nuovo territorio da occupare e di un individuo di sesso opposto con cui fondare un nuovo branco. Colonizzando nuove aree questi lupi espandono il loro areale di distribuzione e, riproducendosi, incrementano la variabilità genetica.

La dispersione rappresenta una fase critica nella vita dei lupi in quanto si trovano a fronteggiare dei periodi anche di lunga durata senza la sicurezza del branco e del territorio d’origine, e di conseguenza il tasso di mortalità per gli individui in dispersione è molto elevato. Durante la fase di dispersione i lupi possono percorrere diverse centinaia di chilometri. In Nord America sono stati riportati casi di dispersione con distanze fino a 900 km”.

Ricordiamo anche che in Italia il lupo è una specie protetta dal 1971, attualmente l’uccisione di un lupo viene punita con l’arresto o pesanti ammende. A livello comunitario oltre alla Convenzione di Berna, anche la Direttiva comunitaria Habitat 43 del 1992 prevede la protezione del lupo e del suo habitat. Inoltre, il lupo in quanto appartenente alla fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato come recita l'art. 1, primo comma, della legge L. 11 febbraio 1992, n. 157: "La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale ed internazionale”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×