21 ottobre 2020

Vittorio Veneto

Maria Luisa e un posto davvero fisso!

Commessa da Tami per oltre 42 anni, va in pensione.

| Emanuela Da Ros |

immagine dell'autore

| Emanuela Da Ros |

Maria Luisa Damian

VITTORIO VENETO - Papà Gino Damian “in tempo di guerra” aveva lavorato come operaio nel panificio di Alfredo Tami. Era ancora un ragazzo, doveva ancora diventare un marito e un padre, ma chissà! Mentre scaricava quei pochi sacchi di farina allora disponibili potrebbe aver pensato che quello fosse un buon posto.

Sua figlia Maria Luisa lo avrebbe confermato. Le righe che le dedichiamo sono una sorpresa. Sono per Gioi Tami e la moglie Teresa un modo per dire grazie! A Maria Luisa Damian che per 42 anni ha lavorato sempre nello stesso panificio.

“A 15 anni - ricorda Gioi - è stata assunta come apprendista da mio zio Ernesto Favaretto. Quando nel 1981 sono subentrato io, ci tenevo che stesse con me, con noi. Maria Luisa non è stata una commessa, ma una di famiglia. E possiamo dire che in un periodo in cui il posto fisso è diventato una chimera, lei è riuscita a gestirlo con professionalità, garbo, gentilezza e disponibilità. Doti che i clienti hanno avuto modo di apprezzare in questi lunghi anni. Doti che le appartengono anche nel privato”.

Sposata con Giorgio Salvador, presidente del Cai vittoriese, Maria Luisa che compirà 58 anni a dicembre ha una figlia: Giulia, psicologa e psicoterapeuta. La sua giovinezza, la maturità, il ruolo di moglie e mamma l’ha condiviso con il panificio Tami.

Il suo lavoro le è sempre piaciuto - dice il marito Giorgio -. Perché era vicino a casa (ecologista anzitempo, Maria Luisa è sempre andata al lavoro in bicicletta), perché l’orario si conciliava con gli impegni domestici e familiari e soprattutto per il contatto con le persone. La gentilezza, oltre a onestà, disponibilità e sensibilità, è la sua caratteristica principe. Ed è ciò per cui viene ricordata anche da chi l’ha conosciuta sommariamente.

Una volta ci è capitato di essere fermati nella piazza di una città estera: l’avevano riconosciuta, ma non si ricordavano bene dove. Lei ha accennato al panificio Tami e subito sono fioriti sorrisi: il panificio è stato un po’ la sua carta d’identità. Il lavoro che amava in questi anni le ha consentito anche di coltivare diversi hobby e interessi: quello per l’escursionismo, lo sci, la bicicletta (che condivide con me), quello per la lettura, il ricamo e per le manifestazioni culturali organizzate soprattutto in città”.

Amanti dei viaggi, per festeggiare il pensionamento, Maria Luisa e Giorgio Salvador si dedicheranno un cicloviaggio lunghe le piste ciclabili del Trentino Alto Adige. “Come a volte succede - confida il marito - apparirà preoccupata per un itinerario impegnativo o per qualche disagio negli spostamenti, ma poi dimostrerà a me e soprattutto a se stessa di poter fare cose incredibili!”

Il posto di Maria Luisa verrà occupato da Miriam, una ragazza di 22 anni, originaria della Costa d’Avorio, che risiede a Vittorio Veneto col marito e il figlio Richard di tre anni. “Mentre salutiamo Maria Luisa con affetto e gratitudine per la preziosa collaborazione offerta in tanti anni - commenta commosso Gioi Tami - diamo il benvenuto a una giovane ragazza, che per noi è già una promessa di positiva continuità”.
 

 



foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

12/09/2020

Aggiungi un posto alla tavola dello skate

Tags, trick, ollie, nollie, tic-tac, amicizia. Le parole (e le mosse) vincenti per stare bene con sé stessi e gli amici. Dove? Allo skate park di Vittorio Veneto

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×