10 maggio 2021

Treviso

Monastier, dopo 90 anni torna in chiesa l’antica acquasantiera

Scolpita nel 1620, dopo il restauro è stata donata da un imprenditore locale alla parrocchia di Monastier

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Chiesa Abbaziale Santa Maria Assunta, Monastier

MONASTIER – Dopo quasi 90 anni è tornata a casa, nella parrocchia di Monastier, l’antica acquasantiera in pietra bianca d’Istria, grazie a una donazione di un imprenditore locale.

L’opera d’arte sacra – composta da un blocco unico di marmo alto 1 metro e 14 centimetri, con un bacile di 78,5 centimetri di diametro - fu fatta scolpire su commissione dei monaci benedettini nel 1620 per accogliere i fedeli all’ingresso dell’ex chiesa abbaziale di Santa Maria del Pero.

A seguito dei bombardamenti della Prima Guerra Mondiale, negli anni ’30 del Novecento, il parroco del tempo, mons. Albino Schileo, decise di alienare l’acquasantiera per finanziare i lavori della nuova chiesa abbaziale di Monastier, che oggi sorge in località Fornaci.

Chiesa in cui il parroco di oggi, Mons. Da Bello, durante una recente messa, ha celebrato lo storico rientro dell’opera sacra, posizionata ora al portone di ingresso. Per l’occasione, oltre a molti fedeli, erano presenti anche la sindaca Paola Moro, l’imprenditore benefattore, il coordinatore delle operazioni di recupero, Giuseppe Stefani e il restauratore dell’acquasantiera Antonio Costantini.L'acquasantiera fatta scolpire nel 1620 su commissione dei monaci benedettini

L’operazione di restauro condotta da Costantini è stata molto delicata e ha richiesto grande attenzione poiché l’acquasantiera si trovava in condizioni critiche, sia per i segni del bombardamento che per un incidente che ha visto protagonista una bambina quando l’opera si trovava ancora nell’antica abbazia. La piccola, infatti, non arrivando al bacile si arrampicò su di esso finendo per tirarselo addosso, procurandosi una zoppia permanente e rompendo il manufatto.

“La notizia del rientro nella nostra comunità dell’acquasantiera mi ha sorpreso molto perché non mi aspettavo che un cimelio così antico fosse ancora in circolazione – commenta il Parroco – È stata un’emozione incredibile, per me e per i fedeli, poter vedere nella nostra chiesa un’opera d’arte che rappresenta la memoria storica della nostra comunità”.La posizione dell'acquasantiera nell'antica chiesa abbaziale (Fonte: pagina facebook Parrocchia Monastier di Treviso)

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×