27 ottobre 2020

Italia

Stato emergenza, martedì il voto in Aula

|

|

Stato emergenza, martedì il voto in Aula

Martedì in Parlamento, il voto sulla proroga dello stato di emergenza "mi auguro sia l'inizio di una democrazia compiuta perché in Parlamento e al Senato siamo ormai gli invisibili della Costituzione". Così la presidente del Senato Elisabetta Casellati in un'intervista al Tg5. "Il Pd è pronto a sostenere qualsiasi scelta del Governo utile a contenere la pandemia. Chi nel mondo non lo ha fatto sta pagando un prezzo drammatico". Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti, dando così in sostanza il via libera alla scelta di prorogare lo stato di emergenza per il Coronavirus. Zingaretti: "Pd sostiene ogni iniziativa del governo anti-Covid" "Dobbiamo remare nella stessa direzione per dare stabilità al Paese. Ecco è proprio questa la parola chiave: stabilità, soprattutto in una fase così delicata". E' quanto scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in un post su Facebook in cui sottolinea come gli italiani abbiano misurato le misure anti Covid e avverte a non "abbassare la guardia". "In questa crisi - scrive Di Maio nel suo post - c’è un dato insindacabile: la risposta positiva degli italiani. I cittadini hanno dato il meglio, hanno rispettato le regole, le misure anti Covid. Adesso stiamo convivendo col virus, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Per nessun motivo. L’Italia ha reagito con compostezza anche davanti a una crisi senza precedenti. E di questo io da ministro della Repubblica sono orgoglioso. Sono orgoglioso di servire il mio Paese, di servire ognuno di voi". "Ogni giorno, ogni singolo rappresentante delle istituzioni deve svegliarsi con un unico pensiero: dare il meglio per il Paese. Per questo -sottolinea Di Maio - tutti, dobbiamo remare nella stessa direzione per dare stabilità al Paese. Ecco è proprio questa la parola chiave: stabilità, soprattutto in una fase così delicata. L’Italia sta crescendo in Europa, stiamo tornando protagonisti su molti dossier e dobbiamo continuare a lavorare. Questo è l’atteggiamento giusto, di una Nazione forte, che non si abbatte. Viva l’Italia e non molliamo".

 

“Le dichiarazioni del Ministro dell’Interno Lamorgese su possibili tensioni sociali in autunno debbono essere seriamente considerati proveniente dall’autorità politica di vertice del dicastero a cui afferiscono solidi e professionali apparati di monitoraggio e prevenzione”, ha affermato in una nota Raffaele Volpi, deputato della Lega e presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della repubblica (Copasir). ”Al Ministero dell’Interno si riconducono e si ricondurranno, in tali non auspicabili eventualità, conseguenti considerazioni di responsabilità informativa ed operativa -prosegue Volpi - Pensiamo inoltre che a fronte di possibili situazioni critiche, quali quelle ravvisate dal Ministro dell’Interno, sia inopportuno trovare il Paese con un anomalo e fraintendibile combinato disposto tra eventuali problematiche sociali complesse ed i poteri speciali al Presidente del Consiglio con una eventuale proroga dello stato di emergenza“. ”In un corretto perimetro dei ruoli politici ed istituzionali tra governo, maggioranza e ed opposizione riteniamo che le criticità probabili ed eventuali debbano trovare confronto e soluzioni in un immediato, consapevole e normale confronto istituzionale - conclude - rendendo appieno il ruolo centrale del parlamento quale massima istituzione della democrazia italiana”.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×