22 settembre 2020

Cronaca

Vitalizi, salta il taglio: ira M5S

|

|

Vitalizi, salta il taglio: ira M5S

Cinquestelle in rivolta per lo stop al taglio dei vitalizi. Arrivata nella tarda serata di ieri, la decisione è stata presa dalla Commissione contenziosa del Senato con l'annullamento della delibera del Consiglio di presidenza sul taglio. Nell'organismo, chiamato ad esaminare i ricorsi presentati dai senatori, tre sono stati i voti a favore e due i contrari, entrambi della Lega. Il primo a protestare è il capo politico M5S Vito Crimi: "La Commissione Contenziosa del Senato ha annullato la delibera sul taglio dei vitalizi. Ci provavano da mesi: lo hanno fatto di notte, di nascosto. Uno schiaffo al Paese che soffre. La casta si tiene il malloppo ma noi non molliamo. Chi dobbiamo ringraziare per questa operazione?", chiede su Twitter."La commissione contenziosa del Senato ha annullato la delibera sull’abolizione dei vitalizi. Ma davvero c’è ancora qualcuno che pensa ai vitalizi nonostante un’emergenza di questa portata? Senza parole. Chi pensa di gioire allora non ha capito nulla. Se ci sono interessi da tutelare sono solo quelli dei cittadini italiani che hanno sofferto per mesi gli effetti di questa pandemia. Abbiamo già abolito i vitalizi e non abbiamo alcuna intenzione di ripristinarli", gli fa eco l'ex numero uno M5S e ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

 

"Che schifo", gli fa eco il viceministro allo Sviluppo economico, Stefano Buffagni, che commenta così su Facebook la notizia: "Tutti contro il Movimento 5 stelle! Sono schifato ed amareggiato! Noi non molliamo, ma questa gente deve vergognarsi!". Protesta su Twitter anche la vicepresidente del Senato, Paola Taverna: "Mentre c'è un Paese che lotta per rialzarsi, questi si riassegnano uno schifoso privilegio e lo fanno di notte, come i ladri. Già, proprio come i ladri". "Niente da fare, per certi partiti politici i vitalizi sono come la cocaina: una droga! Sono dipendenti dal privilegio ai danni della gente. Pensate se non ci fosse il M5S, forse avrebbero sottratto i soldi destinati all’emergenza covid19 per reintrodurli e aumentarli? Roba da matti!", scrive su Twitter Carlo Sibilia. E ancora la senatrice Barbara Lezzi, che su Facebook scrive: "Questo è frutto del 'coraggio' di guardare solo a se stessi. In un tempo tra i più bui che il nostro Paese si trova ad attraversare, ci sono 'Onorevoli' che pensano solo al loro tornaconto. Mi resta lo schifo per questi Dracula ma troveremo altre strade. Non si possono dare migliaia di euro per qualche giorno in Parlamento. È incivile". "Con un Paese in affanno che prova a ripartire, dopo mesi difficilissimi con migliaia di lavoratori in cassa integrazione, la commissione Contenziosa del Senato che fa? Si occupa di ripristinare i vitalizi dei parlamentari, contro i quali il M5S, si è sempre battuto annullando la delibera sul taglio dei vitalizi. Se non fosse vero sarebbe surreale, di certo è uno schiaffo a milioni di italiani in difficoltà", scrive ancora in una nota il capogruppo del M5S al Senato Gianluca Perilli.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×