03 agosto 2020

Castelfranco

Asolano e Pedemontana del Grappa uniti per la promozione del territorio

Territorio meravigliosi che non hanno ancora attivato risposte adeguate all’accoglienza dei visitatori

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Asolo

ASOLO - Parte da Ipa e Fondazione Fornace di Asolo, l'appello a tutti gli operatori turistici e stakeholders dell'Asolano e del Monte Grappa: uniti per dare nuova energia alla vocazione turistica del Grappa. Un Webinar gratuito, martedì 30 giugno, riservato a chi già opera nel settore, ma anche a chi potenzialmente progetta un'attività collegata al turismo sul Massiccio: uniti sotto il "Marchio d'Area Terre di Asolo e Monte Grappa" per un turismo a 360 gradi, che, in questo momento di incertezza economica, può riservare sorprese.

"Viviamo in un territorio meraviglioso, che finora abbiamo trascurato o, addirittura, screditato": sottolinea Eros Perisello, responsabile dell'e-commerce www.prodottidelgrappa.it che promuove i piccoli produttori della pedemontana del Grappa. "E' sempre stata esaltata la vocazione industriale, a scapito del turismo: portiamo la gente a vedere Asolo, la Gypsoteca, la Tomba di Brion...ma dopo? Dove dormono? Dove si fermano a mangiare?" Per Perisello, una sinergia tra operatori che in questo momento di difficoltà per il turismo non può che far bene. Martedì 30 giugno, dalle 15 alle 16, evento gratuito, previa iscrizione. Info: ipa.amg@fondazionefornace.org

Occhio a quei 2”: un viaggio alla scoperta del massiccio del Grappa raccontato sul web

Asolo si candida a "Patrimonio dell'Umanità" Unesco
 

 



foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×