08/02/2023poco nuvoloso

09/02/2023sereno

10/02/2023sereno

08 febbraio 2023

Oderzo Motta

Mario Pozza è il nuovo presidente di Assocamerestero

Eletto durante convention mondiale Camere commercio a Perugia

| Ansa |

| Ansa |

Mario Pozza è il nuovo presidente di Assocamerestero

PERUGIA - MOTTA DI LIVENZA - Mario Pozza è il nuovo presidente di Assocamerestero, l'Associazione che riunisce le 84 Camere di commercio italiane all'estero (Ccie) operanti in 61 Paesi del mondo e Unioncamere. Gian Domenico Auricchio conclude il suo secondo mandato, cedendo il passo al vicepresidente di Unioncamere e presidente della Camera di commercio di Treviso-Belluno.

Pozza, trevigiano di Motta di Livenza, è stato eletto dal nuovo Consiglio generale di Assocamerestero nella sua riunione di insediamento, che si è svolta oggi a Perugia nell'ambito della 31/a convention mondiale delle Camere di commercio italiane all'estero, insieme a Ronn Benatoff, presidente della Ccie di Tel Aviv, nominato vicepresidente.

Nel nuovo consiglio generale di Assocamerestero, è stato eletto anche il presidente della Camera di commercio dell'Umbria, Giorgio Mencaroni. "Sono estremamente soddisfatto di questa elezione - ha sottolineato Pozza attraverso una nota diffusa dalla Camera di commercio dell'Umbria - anche per il grande consenso con cui è avvenuta. Assocamerestero rappresenta un punto di riferimento essenziale e di fondamentale importanza per le imprese italiane che esportano. Un mondo imprenditoriale vivace, coraggioso, geniale, capace, fatto di grandi, medie, piccole e anche piccolissime imprese, che quest'anno riuscirà a toccare i 600 miliardi di euro di vendite all'estero.

 

Assocamerestero rappresenta un punto di riferimento essenziale e di fondamentale importanza per le imprese italiane che esportano

 

Un mondo che ha bisogno di avere un solido player di riferimento come è Assocamerestero". "La presenza dell'Umbria nel Consiglio Generale di Assocamerestero non è una novità - ha affermato invece Mencaroni - perché eravamo presenti già nella penultima consiliatura. Questo ritorno dopo un quinquennio di giusto avvicendamento è un riconoscimento al fortissimo impegno dell'Ente Camerale umbro sul fronte dell'internazionalizzazione e alla sua capacità, nel suo ruolo di player dell'internazionalizzazione nella regione, di collaborare strettamente non solo con Assocamerestero e con tutto il Sistema Camerale, ma anche con la Regione e con tutte le associazioni di categoria per qualificare e allargare sempre più, soprattutto sul fronte delle Pmi e anche delle micro imprese, la condizioni perché sviluppino la vocazione e le occasioni all'export".

 


| modificato il:

Ansa

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×