23 febbraio 2020

Nord-Est

Maxi sequestro di droga in Veneto, diversi arresti. I proventi reinvestiti in bitcoin

commenti |

commenti |

Maxi sequestro di droga in Veneto, diversi arresti. I proventi reinvestiti in bitcoin

Dalle prime ore dell'alba è in corso una vasta operazione antidroga della polizia di Padova che sta eseguendo numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere a conclusione di un'articolata indagine a carico di soggetti italiani ritenuti responsabili di un vasto traffico di sostanze stupefacenti di diversa natura tutte connotate da un elevatissimo principio attivo.

 

Nel corso delle indagini della Squadra Mobile di Padova, insieme con il personale del Servizio Centrale Operativo, del Servizio Centrale di Polizia scientifica e delle Squadre Mobili di Torino, Milano, Vicenza e Treviso, che ha già portato all'arresto di nove soggetti sorpresi in possesso di ingenti quantitativi di droga, sono stati sequestrati complessivamente 100 chili di stupefacente e 205.000 euro in contanti.

 

L'indagine, supportata da accertamenti tecnici e condotta con l'ausilio di agenti under cover ha, inoltre, consentito di accertare che due soggetti facenti parte del sodalizio criminale, reinvestivano in moneta virtuale "bitcoin" i proventi della vendita di droga. 

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×