24 febbraio 2020

Conegliano

I RESIDENTI VOGLIONO SPAZZARE VIA I PHONE CENTER

In via Piave il comitato ha raccolto 200 firme per chiedere aiuto al comune

| commenti |

| commenti |

Conegliano - L'orario dei phone center dell'area di via Piave è stato ridotto ma i residenti continuano a protestare e chiedono al comune di far trasferire l'attività. Infatti, secondo il comitato che ha raccolto oltre 200 firme per chiedere aiuto all'amministrazione comunale, la situazione, dopo la limitazione degli orari di apertura (ora dalle 9 alle 20 invece che fino alle 22 durante i giorni feriali e dalle 9 alle 18 la domenica e i giorni festivi), è migliorata soltanto di notte, mentre di giorno i cittadini sono ancora costretti a sopportare forti disagi, soprattutto a causa del caos prodotto dai frequentatori dei phone center, che, oltre a offrire la possibiliotà di telefonare, vendono anche generi alimentari. Il phone center di via Piave, gestito da senegalesi, proprio qualche settimana fa ha subito un'ispezione da parte dei vigili urbani che hanno inflitto ai proprietari una mula di 6mila euro e sequestrato 400 pezzi di carne e pesce per le scarse condizioni igienico-sanitarie.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×