26/05/2024sereno

27/05/2024poco nuvoloso

28/05/2024pioggia debole

26 maggio 2024

Rdc: in Veneto 1.702 sospesi, 785 nel programma di reimpiego

Donazzan, 'allertati di Centri per l'impiego per il Sfl'

|

|

Reddito di cittadinanza

VENEZIA - In Veneto sono 1.702, aggiornati a ieri, i sospesi dal Reddito di cittadinanza, e di essi 785 sono stati inseriti nel programma regionale Garanzia occupabilità lavoratori (Gol) e stanno partecipando a un percorso di politica attiva del lavoro. Lo riferisce l'assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan Dopo aver ricevuto i dati dall'Anpal, la Regione sta coordinando i Centri per l'Impiego per contattare rapidamente gli interessati, con l'obiettivo di aggiornare i patti di servizio personalizzati e definire un percorso di politica attiva per chi non è ancora inserito nel programma Gol.

Per Donazzan "è fondamentale garantire che coloro che sono pronti e disponibili per il lavoro possano accedere al Supporto per la formazione e il lavoro (Sfl), a condizione di essere inseriti in un percorso di politica attiva. Sin dai primi giorni di agosto abbiamo allertato i Centri per l'Impiego affinché gli ex beneficiari del reddito siano assistiti nell'accesso alla nuova misura e al relativo sussidio di 350 euro mensili, per un periodo massimo di dodici mesi". Il cittadino, accedendo direttamente tramite Spid o attraverso un patronato, dovrà inserire la propria richiesta di Sfl, che sarà trasmessa al Sistema informativo inclusione sociale e lavorativa (Siisl) gestito dall'Inps. Una volta confermata l'attivazione e la partecipazione effettiva ai percorsi previsti, l'Inps procederà all'erogazione del beneficio, che sarà accreditato direttamente.

"Il Veneto - commenta Donazzan - ha dato disponibilità sin da subito al ministro Calderone di sperimentare il nuovo sistema di presa in carico degli ex-percettori di Reddito di cittadinanza. Da sempre siamo una regione attenta al recupero di persone fragili nel mercato del lavoro. Neanche in tempo di Rdc abbiamo mai preso in carico le persone con l'idea che ricevessero una paghetta senza fare nulla. Ma, dopo una corretta fase di pulizia delle liste in collaborazione con Inps e Guardia di Finanza, siamo passati alle proposte di lavoro. E oggi siamo pronti per rendere operativi i nuovi strumenti per cui abbiamo messo a disposizione tutta la macchina operativa del Veneto".


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×