23/04/2024pioggia e schiarite

24/04/2024pioggia debole

25/04/2024pioggia debole e schiarite

23 aprile 2024

Castelfranco

Si indaga su Fleximan, fascicoli in quattro Procure, anche a Treviso

In Piemonte 50enne denunciato per due autovelox sradicati

|

|

Si indaga su Fleximan, fascicoli in quattro Procure, anche a Treviso

TREVISO - Le Procure del Veneto si mettono sulle tracce dell'imprendibile Fleximan, il vendicatore delle multe, che da maggio a oggi - il primo episodio fu a Bosaro (Rovigo) - ha fatto saltare con la mola elettrica 15 impianti autovelox. I fascicoli, senza indagati per ora, sono stati aperti dagli uffici giudiziari di Padova, Rovigo, Treviso e Belluno, i territori nei quali sono avvenuti gli 'attentati al flessibile' lungo strade ad alto scorrimento che mietono centinaia di multati al mese. L'ipotesi di reato dovrebbe essere quella di danneggiamento aggravato. Da qualche giorno le gesta del 'Robin Hood' degli automobilisti hanno fatto un salto di livello.

L'altra notte lungo la strada provinciale 46 'del Piovego' è stato segato l'ennesimo palo di un autovelox, e questa volta l'autore ha lasciato un foglietto di rivendicazione: 'Fleximan sta arrivando". Il dubbio, poi, è che non ci sia solo un vendicatore solitario in giro di notte, ma ci possa essere qualche emulatore. Lunedì scorso, infatti, è accaduto anche il Lombardia: il palo di un velox è stato trovato abbattuto e buttato in una scarpata in provincia di Bergamo, sulla statale 42 ad Albano Sant'Alessandro. "Sicuramente ce n'è uno - commenta un inquirente - poi magari è stato seguito da qualche imitatore".

Gli attentati di Fleximan, che sui social raccolto più sostegno che condanna, dividono anche amministratori e politici. I pareri sull'efficacia degli autovelox sul fronte sicurezza non sono univoci, anche se le associazioni dei familiari vittime della strada non hanno dubbi sul fatto che vada ristabilita la legalità, rimettendo in funzione gli impianti divelti, e assicurando Fleximan alla giustizia. Per la claque degli estimatori, che su Facebook esortano Fleximan a proseguire nella 'crociata', - potrebbe addirittura configurarsi, in atstratto, l'apologia di reato, ha ipotizzato il procuratore di Treviso, Marco Martani. In tanti si aspettano un nuovo colpo del vendicatore, mentre le forze dell'ordine affilano le armi: i Carabinieri aumenteranno i servizi a protezione degli 'occhi elettronici', e si parla di foto-trappole sa piazzare nelle vicinanze degli apparecchi, per immortalare l'uomo (o gli uomini) con il flessibile. È probabile a ogni modo che le varie denunce vengano raccolte in un unico fascicolo di indagine, che dovrebbe arrivare alla Procura di Rovigo, la prima messa nel mirino da Fleximan e quella con il maggior numero di episodi. In Piemonte invece l'emulo del sabotatore veneto è stato denunciato: un 50enne deve rispondere di danneggiamento aggravato per avere sradicato, nella notte tra l'11 e il 12 novembre scorso, due colonnine per il rilevamento della velocità lungo la strada statale 337 della Val Vigezzo, nel comune di Druogno.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×