03 dicembre 2020

Treviso

Smog, da lunedì a Treviso scattano i divieti alla circolazione

Dal lunedì al venerdì stop alle auto a benzina Euro 0,1 e ai veicoli diesel Euro 0,1,2 e 3

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Smog, da lunedì a Treviso scattano i divieti alla circolazione

TREVISO - Con un mese in anticipo rispetto allo scorso anno, lunedì primo ottobre, a Treviso , scatta il nuovo pianto antismog.

Questa volta i divieti per la circolazione dei veicoli più inquinanti, che seguono le direttive date dalla Regione ai comuni, saranno più rigide. A Treviso dunque, a partire dal 1 ottobre e fino al 31 marzo 2019, escluso il periodo delle festività natalizie (dal 17 dicembre al 6 gennaio), dal lunedì al venerdì, escluse le giornate festive infrasettimanali, non potranno circolare le vetture private e i veicoli commerciali alimentati a benzina di categoria Euro 0 e 1 oltre ai diesel privati e commerciali Euro 0,1, 2 e 3 e ai ciclomotori e ai motoveicoli a 2 tempi euro 0 (livello verde).

A differenza dello scorso anno non ci saranno finestre nella pausa pranzo, ma il blocco durerà per l’intera giornata dalle 8.30 alle 18.30.

L’ordinanza, presentata oggi dal sindaco Mario Conte e dall’assessore all’Ambiente Alessandro Manera, prevede misure più stringenti per contrastare l’emergenza inquinamento in caso di sforamenti continuativi dei livelli di Pm10 registrati dalle centraline Arpav. Dopo il quarto giorno di superamento del valore limite giornaliero di Pm 10 di 50 microgrammi/m3, scatterà il “livello arancione” delle misure antismog. Ovvero a partire dal quinto giorno saranno bloccate anche le auto diesel Euro 4 e i veicoli commerciali fino a Euro3. In questo caso i divieti saranno validi anche nei festivi (sempre con orario 8.30-18.30).

Infine, nel caos in cui lo sforamento dovesse persistere per almeno 10 giorni consecutivi, entrerò in vigore il “livello rosso”: a partire dal giorno successivo a quello del controllo, il divieto di circolazione sarà esteso ai veicoli a benzina Euro0 e 1, alle vetture private a gasolio fino a Euro 4 e i veicoli commerciali fino a Euro4.

Nel momento in cui i livelli di inquinamento rientreranno nella norma il Comune ristabilirà le normali misure dell’ordinanza, ovvero il “livello verde”.

DEROGHE Ci sarà però una lista di deroghe che il Comune ha deciso di inserire per tutelare i cittadini e gli esercizi pubblici: fra queste l’esclusione dai divieti degli Over65. Inoltre - ha spiegato l’assessore Manera - saranno lasciati tre corridoi per raggiungere l’ospedale, l’aeroporto Canova e la stazione.

Per quelli che si recano all’aeroporto Canova, potranno transitare limitatamente al percorso tra l’uscita della strada tangenziale sud (S.R. 53) via Noalese per raggiungere l’aerostazione e i parcheggi. Lo stesso vale per le vetture dirette alla stazione ferroviaria e delle corriere che avranno via libera dall’uscita della tangenziale su strada Terraglio per raggiungere il cavalcavia della ferrovia. Potranno circolare liberamente anche coloro che si recheranno a far visita ai degenti dell’ospedale Ca’ Foncello nel tratto che dalla tangenziale arriva fino ai parcheggi dell’ospedale.

Per essere aggiornati sulle misure antismog in vigore l’amministrazione ha attivato un numero verde (800-732233) e un servizio di sms, oltre che al sito web. Per iscriversi basterà inviare un sms al numero 3457711855.

I controlli da parte della polizia locale partirnano da lunedì. Per chi non rispetta i divieti la multa è di 164 euro. 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×