21 febbraio 2020

Castelfranco

TRAFFICO IN BELLA VENEZIA: «IL COMUNE TRATTI COI PRIVATI»

Il Comitato frazionale lancia una proposta per rotonda e pista ciclabile

| commenti |

| commenti |

Castelfranco – La pista ciclabile e la rotonda in centro al paese potrebbero essere realizzate dai privati. A dirlo è il referente del Comitato frazionale di Bella Venezia, che interviene sulla questione del traffico che attanaglia in paese dopo l’appello in consiglio comunale del consigliere di Vivere Castelfranco Gino Trentin, che ha sottolineato come ci sia gente che ha paura ad andare in strada per via delle macchine.

Secondo Lamberti una soluzione c’è, nonostante i vincoli di bilancio e le limitazioni alle spese da parte del Comune: basta che privati ed amministrazione trovino un accordo.

«Si può riuscire a sbloccare la situazione – afferma Lamberti -. Ci sono dei privati disposti a realizzare opere pubbliche. Più in particolare, ci sono delle aree C2.2 i cui proprietari sono disposti a trattare con il Comune, in modo che anziché cedere i terreni per la realizzazione di case popolari si possa arrivare ad un accordo in modo da eseguire la pista ciclabile e la rotatoria che il paese aspetta. Si tratterebbe di una cosa simile a quanto ha proposto il ristoratore Egidio Fior, il quale ha chiesto di realizzare una palestra alla condizione di non cedere il 35% dell’area edificabile che possiede».

«Per quanto riguarda la rotonda, non è vero che i due proprietari della palazzina che dovrebbe essere buttata giù per far spazio non sono disposti a vendere – continua sempre Lamberti -. È ovvio che bisogna sedersi ad un tavolo e trattare. In passato evidentemente non si è fatto abbastanza per raggiungere un accordo, ma non vuol dire che non ci si possa arrivare. Ripeto, il “no” dei proprietari non è categorico, ovviamente bisogna trattare».

«Conosciamo i limiti di spesa che ha il Comune e sappiamo che per il momento non c’è l’intenzione di sforare il Patto di Stabilità – afferma ancora il referente della frazione -, ma anche se soldi in cassa il Comune non ne ha, una soluzione si può trovare. È solo una questione politica, basta la volontà di trovare un accordo. Noi siamo disponibili a far da tramite. L’importante è che si risolva la situazione, il paese non può più sopportare».

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×