28/11/2021pioggia e schiarite

29/11/2021sereno

30/11/2021velature lievi

28 novembre 2021

Castelfranco

Aperto il bando delle borse di studio musicali “Antonia e Danilo Cargnello”

I giovani musicisti della Castellana hanno tempo fino al 17 novembre per presentare domanda. L'assessore Garbuio: «Invito tutti gli studenti a cogliere questa opportunità».

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Borse di studio musicali “Antonia e Danilo Cargnello”

CASTELFRANCO - Come preannunciato, è stato pubblicato il bando per l’assegnazione di sei borse di studio intitolate a “Antonia e Danilo Cargnello”. Il nuovo bando è stato predisposto dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con il Conservatorio "Agostino Steffani", e prevede sei borse di studio musicali del valore di 2000 euro ciascuna destinate a giovani meritevoli, nativi di Castelfranco o del suo mandamento (Castello di Godego, Loria, Resana, Riese Pio X, Vedelago) che frequentano gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto o uno degli altri sei conservatori veneti.

La borsa di studio, alla quale si può presentare domanda entro il 17 novembre 2021, nasce dall’eredità del famoso psichiatra Daniele Cargnello, scomparso nel 1998, che aveva lasciato in eredità al Comune di Castelfranco una trentina di opere fra dipinti, incisioni e suppellettili, oltre che una somma di 500 milioni di lire da destinare a giovani musicisti.

Commenta l’assessore alla cultura, Roberta Garbuio: «Invito tutti gli studenti a cogliere questa opportunità che premia e sostiene chi nella musica ripone speranze e passione. Ricordo che le eventuali somme non assegnate come borsa di studio potranno essere destinate da altre iniziative promosse o patrocinate dal Comune di Castelfranco e intitolate ad Antonia e Danilo Cargnello ed in particolare per dare seguito all’iniziativa Artis Thesauri che valorizza il grande patrimonio artistico custodito nelle chiese della nostra città».

Le fa eco Stefano Canazza, direttore del Conservatorio di musica "Steffani”: «Tra le categorie più colpite dalla crisi pandemica ci sono i professionisti della musica, con circa il 20% delle partite Iva in Veneto legate alla musica che ha cambiato lavoro. Bisogna guardare alle oggettive difficoltà di intraprendere un percorso musicale in Italia con obiettività, cercando però di offrire, a partire dal Conservatorio, sempre nuovi strumenti di collocamento professionale nel mondo dello spettacolo dal vivo. Queste borse di studio dovranno aiutare i nostri studenti a coronare i propri studi con una migliore ed elevata preparazione per affrontare al meglio l’attività lavorativa nel mondo della musica con una visione “eclettica” sulle diverse possibilità che il settore offre».

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×