20 ottobre 2020

Treviso

Chiedere un posto da supplente è un po’ come giocare alla lotteria

Procedure astruse e fiato sospeso fino alla fine anche per i docenti trevigiani

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

Chiedere un posto da supplente è un po’ come giocare alla lotteria

TREVISO - Agguantare un posto da supplente si sta rivelando – perché ancora non è conclusa (mancano i posti di sostegno) - una corsa a ostacoli, complicata da una piattaforma alla quale bisogna accedere, con modalità non meglio precisate, per poi inoltrare richieste per incarico di supplenza su un modulo tutto da decifrare e che ciascuno ha compilato come meglio ha potuto. Peccato che poi gli errori si paghino e le vie di scampo siano inibite.

 

La bibbia delle supplenze per l’anno del Covid è la Ordinanza 60/2020 dove è scritto chi ha diritto a cosa, ciò che deve fare, quali i suoi diritti e i doveri, le penalizzazioni e via prescrivendo, per filo e per segno. Con la procedura on line le operazioni sono risultate assai più complicate e – come spiegano dallo Snals, sulla base delle segnalazioni che continuano a ricevere da molti docenti – ha fatto acqua l’aggiornamento dati sulle disponibilità delle sedi. L’ordinanza prevede che nel corso delle operazioni sia pubblicato all’albo e nel sito web del Csa un resoconto giornaliero di quanto è stato effettuato. Proprio quello che è mancato, rimarcano i sindacati della scuola.

 

Lacuna che fa il paio con quella ampiamente registrata sul piano delle informazioni da fornire per la corretta compilazione della domanda di supplenza. Perché se l’interessato, sbagliata la domanda, si trovasse costretto a rinunciare a una proposta di assunzione su un posto non richiesto, perde il titolo per ottenere ulteriori incarichi e dovrà starsene a casa per l’anno intero. Così come la mancata assunzione del servizio, dopo aver ricevuto la nomina su delega, comporta la perdita del posto e della possibilità di ottenere incarichi dalle graduatorie di istituto. Disposizioni precise da ottemperare da parte degli interessati, lasciati però a indovinare il da farsi, sospesi al filo sottile della speranza di non aver sbagliato il modulo.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×