27 settembre 2020

Vittorio Veneto

Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano: "Possibile casello della A27 in zona industriale"

Pranzo tra amministratori comunali mercoledì in un locale di Ogliano

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano:

VITTORIO VENETO – Vittorio Veneto e Conegliano puntano a fare squadra e a ragionare insieme su alcuni temi, dal turismo ad un possibile casello dell’A27 in zona industriale. Addio, dunque, ai campanilismi.

 

Pranzo tra amministratori comunali mercoledì in un locale di Ogliano. Erano presenti per Vittorio Veneto il sindaco Antonio Miatto e gli assessori Bruno Fasan ed Ennio Antiga, mentre per Conegliano c’erano il primo cittadino Fabio Chies e il presidente del consiglio comunale Giovanni Bernardelli che, con un post su Facebook accompagnato da una foto che ha immortalato tutti i commensali, ha reso pubblico l’incontro.

 

«Ci si trova – ha scritto Bernardelli - con i cugini vittoriesi al confine degli imperi a parlare del futuro». Già un anno fa le amministrazioni vittoriese e coneglianese si erano date appuntamento in quel locale per avviare un dialogo che poi, tra impegni vari ed emergenza coronavirus, non ha avuto più seguito. Ora il nuovo incontro e l’impegno a ritrovarsi ogni mese.

 

«Un appuntamento – afferma Antonio Miatto – aperto non solo ai sindaci, ma all’intera amministrazione in modo che gli assessori paralleli possano trattare temi comuni. Ieri abbiamo parlato di ferrovia, di un casello autostradale in zona industriale che è però sotto Conegliano, di finanziamento europei, di ciclabili e diversi altri temi su cui potremmo avere più peso visti i 60mila abitanti». Sempre con quella logica, il Comune di Vittorio Veneto avvierà un dialogo con il territorio posto a nord della città, cioè l’Alpago.

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×