17 gennaio 2021

Oderzo Motta

Coronavirus in casa di riposo, 10 morti: era stata Covid-free fino al 20 novembre

Il sindaco Paola Roma: "Questa mattina ci siamo incontrati con i referenti medici della casa di riposo per fare il punto"

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

Coronavirus in casa di riposo, 10 morti: era stata Covid-free fino al 20 novembre

PONTE DI PIAVE - Una decina i decessi nella casa di riposo Gianni Marin di Ponte di Piave. Si tratta di anziani con altre patologie che tuttavia avevano contratto anche il Covid.

Un fatto che ha creato scalpore per il fatto che fino al 20 novembre la struttura pontepiavense era Covid free.

Sono sei le donne decedute, e quattro uomini, tra i 75 anni e i 96 anni.

La Casa di Riposo di Ponte di Piave è gestita dalla Cooperativa “Insieme si può” ed è una struttura di proprietà comunale.

La responsabile della cooperativa Insieme si Può, in un video reso noto via social, Raffaella Da Ros ha detto: «All'interno del centro servizi è presente un focolaio importante. Il personale socio assistenziale sta facendo il massimo per contenere la diffusione del contagio e per garantire le dovute cure ai malati».

«Stiamo combattendo contro un nemico invisibile. Ringrazio tutti quelli che si stanno impegnando in questa battaglia e manifesto la mia vicinanza a quelle famiglie che in questi giorni hanno perso il proprio caro».

Il sindaco Paola Roma: «Questa mattina ci siamo incontrati con i referenti medici della casa di riposo per fare il punto. Faccio un appello a tutti i cittadini continuiamo a mantenere le distanze di sicurezza e ad utilizzare la mascherina. Ringrazio la direzione, il personale medico e infermieristico oltre che quello socio sanitario e tutto il personale che collabora alla sanificazione all'interno della struttura».
 

 


| modificato il:

Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×