22 febbraio 2020

Esteri

Scienziato: fotografa per la prima volta uccello raro e poi lo uccide

commenti |

commenti |

Scienziato: fotografa per la prima volta uccello raro e poi lo uccide

Uno scienziato ha fotografato un uccello raro e bellissimo mai immortalato prima e pochi istanti dopo l'ha ucciso senza pietà suscitando l'indignazione generale. Il volatile, si legge sull'edizione britannica di 'Metro', era un esemplare del Moustached Kingfisher, ovvero un martin pescatore 'con i baffi', conosciuto come un 'fantasma uccello', vista la sua rarità.

Lo scienziato Chris Filardi, direttore dei Pacific Programs al American Museum of Natural History, ha dichiarato che l'uccello è stato preso come esemplare su cui effettuare ulteriori studi e, di fronte alla condanna della comunità scientifica che ha parlato di "un'uccisione inutile", ha sostenuto che non si tratta di un animale raro.

La sua spiegazione non ha convinto però Marc Bekoff, professore emerito di ecologia e biologia evolutiva presso l'Università del Colorado, per il quale si è trattato di una morte "orribile". "Bisogna semplicemente smettere di uccidere in nome della conservazione - ha detto all'Huffington Post - o in nome della ricerca o in nome di qualsiasi altra cosa. E' sbagliato e crea un precedente terribile".

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×