25 febbraio 2020

Vittorio Veneto

PERICOLO PRIVATIZZAZIONE PER LA CIMA DEL PIZZOC

Un immobiliarista vittoriese offre una cifra più alta di quella resa disponibile dal comune

| commenti |

| commenti |

Vittorio Veneto - Mentre il sindaco di Fregona Giacomo De Luca stava per chiudere la trattativa con Italcementi per l'acquisizione della cima del monte Pizzoc e del rifugio Città di Vittorio un immobiliarista vittoriese ha offerto una cifra più alta di quella resa disponibile dal comune.

Italcementi chiede 700 mila euro e il comune può arrivare solo a 400 mila. Se la cima del monte venisse acquistata da un altro soggetto significherebbe privatizzare il Pizzoc, eventualità contro la quale si sta battendo non solo Fregona ma anche l'intera Europa, partecipando via web (www.cansiglio.it) al referendum per salvare la montagna. E' probabile, inoltre, che la medesima società sia interessata anche all'acquisto di Italcementi ma il sindaco di Vittorio Veneto Ginacarlo Scottà ha confermato di voler fermare ogni tipo di speculazione in quell'area. De Luca, che non ne avevea l'intenzione, fa sapere che l'anno prossimo si ricandiderà per bloccare gli speculatori.

Laura Repossi

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

08/07/2018

Antico Troi degli Sciamani: vincono Geronazzo e Mazzocco

Oggi, domenica 8 luglio tra Fregona e la foresta del Cansiglio, si sono corsi il Pizzoc Trail (22 km e 1.500 m+), il Troi dei Cimbri (45 km e 2.200 m+) e l’Antico Troi degli Sciamani (82 km e 4.600 m+). Ieri in Cansiglio il Mini Trail

immagine della news

11/08/2014

Si perde sul Pizzoc

Turista pordenonese ritrovata verso sera nei pressi del rifugio Vittorio Veneto

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×