18 ottobre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Poste Italiane ha festeggiato il compleanno di Andrea Zanzotto

Lo ha fatto con l'emissione di alcune cartoline e di uno speciale annullo filatelico dedicato a Poeta di Pieve di Soligo

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Andrea Zanzotto

PIEVE DI SOLIGO -  Anche Poste Italiane ha festeggiato il compleanno di Andrea Zanzotto: lo ha fatto con l'emissione di alcune cartoline e uno speciale annullo filatelico dedicato a Poeta di Pieve di Soligo, realizzato su iniziativa dell’associazione “Cultura e Società Università degli Adulti” di Pieve di Soligo. Nell'occasione, l'annullo è stato accompagnato dalla serie di francobolli recentemente emessi da Poste Italiane per celebrare la morte di Dante Alighieri. Per gli appassionati filatelici, c'è ancora per qualche giorno la possibilità di richiedere l'apposizione del timbro dedicato a Zanzotto, recandosi allo sportello filatelico dell’ufficio postale di Pieve di Soligo, in via Martin.

L'incontro tra Poste Italiane e l'asssociazione presieduta da Flaminia de Martin, è l'occasione, all'interno delle celebrazioni che Pieve ha dedicato al suo illustre concittadino, di conoscere un Zanzotto più quotidiano. L'icona del poeta, bardato a tutto punto, che attraversa le strade del paese a bordo della sua "Graziella" bianca, in direzione del Caffè Giallin o dell'edicola, è infatti ancora ben nitida nella memoria dei pievigini: "Forse come vicina di casa, ho avuto la fortuna di conoscerlo senza la retorica del "grande personaggio" e con "l'istinto" di una bambina che lo vede semplicemente come il papà di un compagno di scuola e un amico adulto" racconta Flaminia "Una bella persona, con cui era molto piacevole stare. Era senza filtri, affettuoso. Diceva sempre che l'inglese era troppo difficile, ma probabilmente" scherza Flaminia "lo sarebbe stato anche il francese o qualsiasi altra lingua che lo avesse portato in posti lontani da Pieve."

Alcuni partecipanti dell'Università per gli adulti, tra cuim prima a destra, Flaminia de Martin

"Andrea Zanzotto è sempre stato una persona semplice però particolare, sia quando veniva in ufficio postale, sia quando lo trovavo davanti casa" racconta invece Nicoletta, dell'ufficio postale di Pieve di Soligo, che racconta anche di un prezioso regalo ricevuto dal poeta, che, oltre ai cani, amava molto i gatti e aveva dedicato un libro proprio al suo gatto nero "ci parlava in dialetto, ma soprattutto si parlava anche delle cose più semplici, più quotidiane. A volte ci si fermava a parlare delle foglie delle piante, per fare un esempio. Qualche volta faceva qualche passetto con me, davanti a casa sua. In posta veniva spesso aveva le sue cose da spedire, guardava con attenzione i francobolli. Lo conoscevano tutti, oltre ad essere sempre rimasto qui, caminava tanto a piedi,e appunto, in bicicletta."

Beatrice Busetti e Maria Carmen Dozza dell'ufficio postale di Pieve di Soligo

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×