16/01/2022sereno

17/01/2022sereno

18/01/2022sereno

16 gennaio 2022

Castelfranco

Il tradizionale dolce asolano "Ghisola" torna in auge

La "Ghisola", dolce a base di farina di mais Biancoperla e mela antica di Monfumo.

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

ghisola

ASOLO - Forse è un nome poco noto anche a qualche asolano, ma la "Ghisola", dolce  a base di farina di mais Biancoperla e mela antica di Monfumo, è un prodotto che appartiene alla tradizione asolana e che deve il suo nome a D'Annunzio e alla sua bella Eleonora Duse (Isa e poi Ghisola). Il dolce così come lo conosciamo oggi, prodotto secondo un preciso disciplinare, è una rielaborazione del coneglianese Leonardo Di Carlo, pastry chef di fama internazionale, che per primo, nel 2016 ne codificò ingredienti e forma. Oggi, Cna e Coldiretti di Asolo hanno firmato un protocollo d'intesa per promuovere il prodotto e già dal prossimo 26 maggio partirà un corso di formazione per agriturismi, panifici e pasticcerie all'Istituto Alberghiero Maffioli di Pieve del Grappa, curato proprio da Leonardo di Carlo.



Al tradizionale ripieno di marmellata di mele antiche di Monfumo, si affianca oggi la versione con le ciliege di Maser. Un passaggio non scontato, che ha richiesto parecchia sperimentazione, per superare lo scoglio di una marmellata più liquida, come è quella di ciliegie, ma gli sforzi non sono stati vani. "Chi acquista la Ghisola, si porta a casa un pezzo di Asolo e dell'asolano" spiega Gianandrea Salvestrin, presidente di CNA Asolo "prodotti tipici che parlano di questo territorio con sincerità: preziosa è quindi la collaborazione con la Coldiretti. Diamo forza a un progetto di marketing territoriale di alto profilo enogastronomico, artigianale e culturale. "



Un circuito prezioso, quello di Campagna amica e la rete di agriturismi di Terra nostra, a garanzia della specificità del prodotto e di una rete di vendita lo faccia conoscere anche fuori dai confini asolani: "La Ghisola sposa perfettamente la filosofia di Coldiretti Treviso" Racconta a sua volta Giorgio Polegato, presidente provinciale di Coldiretti Treviso "ingredienti legati al territorio e sapori autentici: da qui nasce la collaborazione."



Un dolce che racconta un pezzo di storia asolana: Ghisola è infatti il nomignolo affettuoso che il Vate dava all'attrice teatrale sepolta ad Asolo e parla del suo amore bruciante per Eleonora Duse ne Il libro segreto. " Rientravo dopo tre ore, impaziente. Dal viale chiamavo l'unica mia compagna, gridavo l'amore con il più tenero dei nomi: Ghisola, Ghisola bella!" e continua poi declinando un amore, sì fedifrago, ma, se piò essere un attenuante, appassionato come pochi.



Info sul corso: CNA ASOLO 0423 55152; asolo@cna.it  e www.cnaasolo.it





 


 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

04/11/2021

Ad Asolo arrivano le reliquie di Sant'Antonio

L'evento giovedì 11 novembre nella chiesa di Sant'Anna alle 15.30: una decina di pellegrini percorreranno a piedi il cammino d Sant'Antonio da Sacile a Padova, facendo tappa ad Asolo

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×