17/07/2024poco nuvoloso

18/07/2024poco nuvoloso

19/07/2024pioggia debole e schiarite

17 luglio 2024

Mogliano

Chitarre elettriche realizzare dai detenuti, biciclette ripristinate e mobili rigenerati: nasce "El Magazen"

Il nuovo spazio nella sede di Alternativa Ambiente a Vascon di Carbonera

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Marco Toffoli, Alberto Benedetti

CARBONERA - Dare significato al tempo della detenzione, costruire le basi per un reinserimento sociale e professionale, offrire lavoro come mezzo di prevenzione del crimine. Fare in modo che i frutti di quel lavoro diventino strumento di dialogo tra il carcere e la comunità. Tra un presente dietro le sbarre e un futuro nella società.

Sono tanti gli obiettivi e i progetti che si incrociano nel nuovo “El Magazen” che sarà inaugurato sabato 1 giugno nella sede di Alternativa Ambiente cooperativa sociale a Vascon di Carbonera: un magazzino agricolo trasformato in un’inedita “vetrina” per importanti progetti avviati da qualche mese nel polo occupazionale che la cooperativa coordina nel carcere di Treviso: Claustrofobico, che realizza strumenti musicali, e Officina del Tempo, dedicata alla riparazione di biciclette ma che in futuro si espanderà con il riuso creativo di mobili.

“La nostra cooperativa realizza progetti nella Casa Circondariale di Treviso dal 1990 e dal 2004 ne coordina il polo occupazionale, creando opportunità di socialità ma anche di lavoro per detenuti che effettuano montaggi per conto di importanti aziende del territorio, specializzandosi anche in assemblaggi complessi e in attività di digitalizzazione - spiega il presidente di Alternativa Ambiente, Marco Toffoli - All’interno del carcere sono regolarmente assunti – con contratti di 35 ore settimanali, 7 ore al giorno per 5 giorni - dai 10 ai 20 detenuti lavoratori che trovano opportunità professionalizzanti e socializzanti, oltre ad una retribuzione”.

Il responsabile del polo occupazionale Alberto Benedetti, filosofo per formazione e musicista per passione, afferma: “Il nostro obiettivo principale è creare dinamiche relazionali di normalità e confronto stimolando i nostri lavoratori ad uscire dall’immagine del detenuto. Siamo interessati alle persone e alle loro capacità, sospendiamo il giudizio e ci auguriamo di poter essere il seme delle loro scelte future”.

Con queste premesse e questi intenti, El Magazen diverrà un nuovo punto di incontro per gli amanti della musica e per i tanti frequentatori di Colonia Agricola ed Alternativa Ambiente. Ma anche e soprattutto una bottega di economia carceraria di cui beneficeranno sia i detenuti, con nuovi posti di lavoro in carcere, ma anche la comunità, con la valorizzazione di abilità come antidoto contro la recidiva.

L’inaugurazione de El Magazen, sabato 1° giugno alle ore 19.30, sarà una festa durante la quale poter testare e acquistare gli strumenti Claustrofobico e anche le biciclette ripristinate nell’Officina del Tempo. Inoltre, si alterneranno sul palco nel giardino antistante tre gruppi: The Black Boys, Kollettivo Stesi e Tommaso Mantelli & Dinosaur Band. Una serata di musica impreziosita anche dalle golosità di Colonia Agricola e dal food truck Le Papere (ingresso libero).


Gli interessati agli strumenti musicali, a donare biciclette inutilizzate o a far rinascere mobili in chiave creativa, possono contattare il polo occupazionale: 0422 231904 (lunedì-venerdì 08:30-12:00; 13:0 -16:30) - carceretv@carceretv.it.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×