26 novembre 2020

Benessere

La classifica dei 10 sintomi più cercati su Google

|

|

La classifica dei 10 sintomi più cercati su Google

Impossibile pensare all’attualità senza trattare il tema della salute, fonte di grande apprensione per gli italiani, e non solo per loro. È con un’analisi estesa a 26 Paesi che Lenstore, tra le realtà di riferimento in Europa nella vendita online di lenti a contatto, propone un’interessante disamina sui sintomi più ricercati sul web. Quali sono quelli più digitati dagli italiani e quali invece compongono la classifica internazionale?

 

Un primo dato che emerge con chiarezza è la propensione verso l’auto-diagnosi dei nostri connazionali. Ben il 27% del campione ha rivelato di aver usato Google per appurare i sintomi di un malessere, giungendo a diagnosi sbagliate o comunque più infauste di quella proposta dal medico.

 

Considerato in questi suoi effetti, Big G sembra dispensare ansia e frustrazione invece di fornire risposte attendibili. Gli italiani si preoccupano per la salute, in media, due volte a settimana.

 

La classifica mondiale dei sintomi più ricercati trova in prima posizione la diarrea (1.088.970), che precede ansia (890.660) e vertigini (745.600). A giustificare la seconda posizione sono principalmente i circa 284 milioni di persone vittime di disturbi d’ansia.

 

Nel caso della diarrea, invece, oltre alla sua larga diffusione, è pertinente anche la capacità di generare imbarazzo al momento dell’esposizione del sintomo al medico. Ciò sarebbe all’origine anche degli importanti volumi di ricerca mensili associati a prurito vaginale (214.400) e capezzolo rientrante (178.930).

 

Chi è soggetto a questi disturbi può considerare il motore di ricerca come un alleato discreto per trovare risposte a dubbi avvertiti come imbarazzanti.

 

 

I sintomi che gli italiani cercano di più su Google

 

Durante la pandemia ben il 15% degli italiani ha dichiarato di aver evitato di prendere contatti con il medico per paura del Covid-19. Questo atteggiamento rivela in modo piuttosto chiaro l’inquietudine suscitata dall’argomento salute nel pubblico nazionale. Ma quali sono i sintomi più digitati?

 

 

Mettendo in rapporto il ranking italiano con quello mondiale, si rivela subito evidente il maggiore interesse verso l’ansia, mentre cala quello nei confronti di costipazione e vertigini. Fanno il loro ingresso nella lista dei 10 sintomi più ricercati lingua bianca e prurito anale. Complessivamente l’apprensione verso la propria condizione psicologica è assai rilevante, ma trovano spazio anche quei sintomi ritenuti spesso imbarazzanti da comunicare al dottore.

 

Gli effetti della pandemia nelle ricerche degli italiani

Inevitabilmente la pandemia ha condizionato i parametri di ricerca, generando un forte incremento di alcuni sintomi legati al Covid-19. Perdita di gusto, ad aprile, ha compiuto un balzo in avanti del 631% rispetto a gennaio. La tabella che segue passa in rassegna i sintomi legati al Coronavirus, rivelando le relative percentuali di crescita da gennaio ad aprile.

 

 

Roshni Patel, BSc (Hons) MCOptom, Professionista e Responsabile ai Servizi di Lenstore, fornisce questa interpretazione dei responsi dell’indagine: “È facile in questi casi lasciarsi spaventare dalle diagnosi di Google oppure prendere sottogamba una condizione di salute che necessita di attenzione medica immediata”.

 

Pubbliredazionale

 


| modificato il:

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×