23/01/2022poco nuvoloso

24/01/2022foschia

25/01/2022nubi sparse

23 gennaio 2022

Mogliano

Dante, Doré, Piranesi e Goya al Brolo di Mogliano

La rassegna culturale, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Veneto, proseguirà fino a dicembre 2022

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Il centro culturale

MOGLIANO VENETO – Connettere sempre di più l’arte e la cultura alla città di Mogliano. È questo l’obiettivo che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Mogliano Veneto si è posto quando, in collaborazione con l’Associazione Centro Artistico Culturale G.B. Piranesi, ha dato vita alla manifestazione “INFERNO PARADISO _ la nascita della sensibilità moderna”.

Si tratta di un viaggio tra letteratura e storia dell’arte che si sviluppa tra Medioevo ed età contemporanea attraverso manoscritti, incisioni e video suddiviso in più mostre d’arte, i cui protagonisti saranno le figure di Dante Alighieri, Gustave Doré, Francisco Goya e Giambattista Piranesi.

“La grande mostra sulle Carceri d’Invenzione del nostro Giambattista Piranesi è stata la premessa per un percorso, sviluppato insieme al Circolo Culturale Piranesi, che colloca il Centro d’Arte e Cultura Brolo quale culla dell’arte incisoria per eccellenza” - commenta il sindaco Davide Bortolato.

“L’omaggio a Dante, a Doré, Piranesi e Goya, attraverso diverse mostre ed eventi collaterali che si svilupperanno fino alla fine del 2022, è testimone della qualità del percorso individuato - prosegue il vicesindaco e Assessore alla Cultura Giorgio Copparoni - Mi auguro che anche il mondo della scuola partecipi a questo bellissimo evento”.

Gli appuntamenti

La mostra d’arte “Gustave Doré illustra il Poema Dantesco” è un percorso di 93 xilografie rappresentanti la Divina Commedia. All’interno della mostra uno spazio sarà dedicato ai “Sogni di Pietra – Le Carceri Immaginarie”, percorso dedicato all’opera di Giambattista Piranesi, il più grande incisore di tutti i tempi.

Due mostre d’arte dedicate a Goya: il 26 marzo 2022 aprirà i battenti “I Capricci”, un ciclo di 80 incisioni rappresentanti immagini di fantasia caratterizzate da una satira pungente. Il 28 ottobre sarà la volta de “I Disastri della Guerra”, un ciclo di 82 incisioni che denunciano atrocità, crudeltà, terrore, ingiustizia, miseria e conseguenze fatali della guerra.

Ingresso gratuito - orari d’apertura: venerdì 16.30 – 19.30; sabato e domenica 10.30 - 12.30 | 16.30 – 19.30.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×