18 ottobre 2021

Montebelluna

"Dopo più di una settimana dal voto il neosindaco Bordin non ha ancora nominato la Giunta"

Nomina dei capigruppo per "Insieme per Montebelluna" e "Democratici per Montebelluna"

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Davide Quaggiotto e Francesco Bortignon

MONTEBELLUNA - Le elezioni sono oramai alle spalle ed è tempo che le nuove compagini politiche si assestino, ciascuna per il proprio ruolo. A Montebelluna, a quanto pare le prime scaramucce sono già iniziate e dall'opposizione arriva una stoccata al primo cittadino per non aver ancora annunciato la composizione della nuova Giunta comunale, come si legge in una nota divulgata oggi: "Dopo più di una settimana dal voto il neosindaco Bordin non ha ancora nominato la Giunta, alle prese con le difficoltà di mettere d'accordo una maggioranza non coesa e con le rivendicazioni personali e delle liste che lo sostengono. I consiglieri che hanno sostenuto Loreno Miotto hanno invece provveduto alla nomina dei capigruppo, che saranno Davide Quaggiotto per Democratici per Montebelluna e Francesco Bortignon per Insieme per Montebelluna. Del gruppo Democratici per Montebelluna faranno parte Loreno Miotto, Silvio Tessari, Elisamaria Bressan, Piero Dal Zotto. A Insieme per Montebelluna appartengono invece Lucio De Bortoli, Fernanda Favotto e Francesco Bortignon".

"La scelta di mantenere distinti i gruppi che si sono presentati alle elezioni è dettata anche da considerazioni di tipo regolamentare: con due gruppi si hanno due consiglieri di minoranza in ciascuna commissione, e più possibilità di intervento in Consiglio - spiegano Quaggiotto e Bortignon -. Auspichiamo che la Giunta sia scelta rapidamente, badando alle competenze delle persone scelte e non solo agli accordi tra partiti o all'appartenenza a questa o quella lista: Montebelluna ha tante esigenze che richiedono risposte rapide e competenti". Quaggiotto poi aggiunge: "Tre temi che ritengo importanti e che porteremo subito all'attenzione della maggioranza sono il Recovery Fund: non dobbiamo perdere questa enorme occasione per Montebelluna; gestione del servizio cimiteriale: i rincari non giustificati continuano ad essere un problema, e lo sport: Montebelluna può diventare la capitale dello sport della Marca con adeguati investimenti". Bortignon conclude citando altre questioni che reputa rilevanti per la città: "Riapertura della Groppa, cantieri delle scuole di Caonada e manutenzione del verde pubblico, tutti temi che la Lega non ha voluto citare in campagna elettorale perché sa essere loro punti deboli".

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×