31 maggio 2020

Vittorio Veneto

Lagunari e notte bianca: attese 15mila persone

Un altro weekend di grandi eventi per il Centenario dalla Grande Guerra

| commenti |

| commenti |

Lagunari e notte bianca: attese 15mila persone

Chiapperini e De Nardi

VITTORIO VENETO - E’ stato presentato oggi, lunedì, 17 settembre, il 12° Raduno nazionale dei Lagunari Truppe Anfibie. L’evento, alla presenza di alte cariche istituzionali civili e militari e con il Patrocinio dell’Esercito Italiano, della Regione Veneto e della Provincia di Treviso, avrà un programma intenso che prevede, oltre alla tradizionale cerimonia militare e allo sfilamento di migliaia di radunisti, manifestazioni culturali e rievocazioni storiche legate al Veneto e all'Italia.

 

Programma e obiettivi sono stati resi noti oggi al Museo della Battaglia. Presenti i lagunari, il presidente nazionale gen. Luigi Chiapperini, il sindaco Roberto Tonon e l’assessore al Centenario Barbara De Nardi. Le commemorazioni avranno inizio venerdì 21 settemtre quando i lagunari incontreranno le scolaresche.

Sabato 22 settembre, alle ore 9, è previsto l’avviamento ufficiale del Raduno, l’alzabandiera e la deposizione di corona al monumento ai Caduti in Piazza del Popolo. Alle ore 9:30 l’apertura del “Villaggio dei Lagunari” che prevede mostre, musica, gadgets, punto informazioni dell’Esercito Italiano e quant’altro. Alle ore 10:30 sarà celebrata la Santa Messa presso il Sacrario delle Bandiere. Alle ore 17:00 presso il Teatro Da Ponte, forse la novità più interessanti per gli amanti della storia: lo spettacolo “Palle Girate” di e con Michele D’Andrea ovvero “La Grande Guerra come non l’avete mai vista”. Anticonvenzionale ed atipica disquisizione musical-narrativa tra il serio ed il faceto sulla vita di trincea ed ambiti connessi.

 

La serata prosegue anche per la cittadinanza con la “Notte Bianca” promossa dal Comune di Vittorio Veneto che prevede esercizi commerciali aperti e spettacoli vari. I locali del viale della Vittoria proporranno danze tribali e musica africana, la caffetteria Goppion in Galleria IV novembre musica pop dal vivo e cena, in piazza del popolo dj set per ballare fino a tardi.

 

Domenica 23 settembre alle ore 08:30, i Radunisti affluiranno nel centro della città e nel contempo sarà riaperto il “Villaggio dei Lagunari”. Alle ore 9, subito dopo l’Alzabandiera solenne, una novità storico-rappresentativa: l’esibizione del noto Gruppo rievocativo “16° reggimento Treviso”: figuranti in uniformi settecentesche delle famose “cernide” o milizie territoriali della “Serenissima” che useranno anche munizionamento a salve. Alle ore 9:45 schieramento dei radunisti affiancati da altra compagine specializzata in rievocazioni storiche, i “Fanti da Mar del palio della Marciliana” ed ancora il 16° reggimento Treviso e figuranti degli Arditi affiancati da mezzi storici della Grande Guerra. Con l’ingresso in piazza di una Compagnia in armi di Lagunari e gli onori alla Bandiera di Guerra del Reggimento Lagunari “Serenissima”, inizierà la cerimonia militare con il benvenuto del Sindaco Tonon e le allocuzioni delle più alte Autorità e naturalmente quella del Presidente Nazionale dell’Associazione. Alle ore 11:45 circa, lo sfilamento della Compagnia in armi dei Lagunari, delle migliaia di radunisti e dei tanti rievocatori storici. Alle ore 13:30 appuntamento presso il “Victoria Sport” per il festoso e conviviale Rancio Sociale, preceduto da un’altra novità assoluta: il sorvolo di elicotteri dell’Esercito e la “Discesa con tecnica “fast rope” dai velivoli di un Team di lagunari.

 

Si prosepetta un altro fine settimana di grande affluneza, a Vittorio Veneto. Secondo il generale Chiapperini saranno circa 15.000 i partecipanti ai tre giorni di manifestazione. Per la sfilata di domenica sono attesi 2.000 lagunari, che arrivando con le famiglia porteranno in città circa 5.000 persone.

 

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×