07/12/2021velature lievi

08/12/2021pioggia

09/12/2021pioggia e neve

07 dicembre 2021

Le Uova di Pasqua... al cinema

Categoria: Spettacolo - Tags: pasqua, Easter Egg, marvel, disney, cameo, Stan Lee

immagine dell'autore

Silvia Albrizio | commenti | (2)

Sapete cos’è un Easter Egg? Letteralmente Uovo di Pasqua, al cinema sono delle piccole citazioni, omaggi nascosti, scherzetti celati tra i fotogrammi dei film o i contenuti del dvd. Possono essere di qualunque tipo, a volte sono fruibili schiacciando un determinato tasto del telecomando se appare una schermata precisa sul televisore, altre volte sono semplicemente presenti nell’inquadratura.

La Disney ad esempio adora infilarne all’interno delle sue pellicole, giocando con lo spettatore a scoprire i dettagli in secondo piano, relegati sullo sfondo, che rimandano ad altre storie rispetto quella narrata.

È un modo simpatico per fidelizzare il pubblico, che viene così stuzzicato a scandagliare più volte la pellicola alla ricerca dei messaggi nascosti. È pure un modo per condividere e riconoscere l’universo creato da un brand o una casa di produzione, sentendosi così parte di una comunità unita dalla stessa passione. Gli autori infilano nel racconto un elemento all’apparenza estraneo alla vicenda ma nel contempo vicino all’immaginario collettivo di quella fetta di fan. È un giochino divertente, che si trova peraltro (spesso in misura maggiore e più articolata) nei videogame e nelle serie tv.

A questi scherzi si aggiungono poi i camei di certi attori che ritornano in scena come comparse solo per il gusto di svagare il pubblico, sfidandolo a riconoscerlo anche in quel travestimento. Tutti sanno della mania di Hitchcock di apparire nei suoi film, ma un altro esempio ci viene offerto da Stan Lee, che in ogni pellicola targata Marvel partecipa con la sua presenza.

Ecco un bel gioco per una Pasqua profana: guardarsi un film alla ricerca della sorpresa nascosta. Il gusto e l’orgoglio di trovarla sarà paragonabile a un bel morso all’uovo di cioccolata appena scartato.



Commenta questo articolo


Buongiorno Silvia!

ho aspettato per commentare, onde evitare le solte polemiche di chi tu sai...

Bello il post, peccato che la Disney, più che l'Easter Egg, abbia la pessima abitudine di infilare, nei suoi film, ben altri tipi di eggs (non voglio essere più esplicita, ma sicuramente mi hai capita).

Per il resto, godendoci quest'arte, che può essere meravigliosa, ti auguro giorni sereni,

Francesca

PS, visto "La donna che canta"?



segnala commento inopportuno

Sulla Disney ci sarebbe da fare una lunghissima analisi, in effetti.
Il film non l'ho ancora visto, mea culpa!

A presto

Silvia

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×