22/04/2024pioggia e schiarite

23/04/2024pioggia debole

24/04/2024pioggia debole e schiarite

22 aprile 2024

Treviso

Male incurabile, addio all'imprenditore Gippo Gatto socio fondatore di Eurogroup di Silea

Il saluto commosso di colleghi e dipendenti: “Ciao Gippo grazie per tutto, fai buon viaggio”

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Gippo Gatto

SILEA - “Ciao Gippo grazie per tutto, fai buon viaggio”. Così colleghi e dipendenti salutano l'imprenditore trevigiano Gippo Gatto, socio della Eurogroup di Silea, mancato all'affetto dei suoi cari lunedì scorso all'ospedale dell'Angelo di Mestre, all’età di 65 anni a causa di un malore scoperto solo pochi mesi fa.

Gatto, viveva a Robegano con la famiglia, era uno specialista di impianti elettrici, ma anche di quelli speciali, dagli allarmi fino ai più sofisticati sistemi di sicurezza e telecomunicazini. Tantissimi i messaggi di cordoglio giunti in queste ore alla famiglia. Anche il presidente Luca Zaia ha ricordato l'imprenditore trevigiano: “Un campione di quella generazione di imprenditori che, dopo la partenza come bravi artigiani, hanno avuto una straordinaria visione, quella di fare più grande la loro azienda e con essa il Veneto. Uno di quegli uomini che hanno imposto il ruolo produttivo della nostra regione sulla ribalta internazionale. Con la sua creatura, Eurogroup, ha precorso i tempi in tema di hi tech e telecomunicazioni, dialogando con multinazionali e firmando realizzazioni tecnologiche divenute un modello. Il mondo imprenditoriale perde un riferimento importante e la nostra terra saluta un pezzo della sua storia migliore. In questa circostanza esprimo le condoglianze ai familiari ed anche ai suoi collaboratori che, dimostrando così tanto affetto e commozione, hanno sottolineato quale tempra di imprenditore hanno avuto alla guida dell’azienda”.

Lascia la moglie Franca, le tre figlie Roberta, Linda e Giulia, il genero Roberto, gli adorati nipoti Massimiliano e Riccardo, il fratello Franco, gli altri parenti. Il funerale sarà celebrato venerdì 23 febbraio, alle 15, nella chiesa Santuario di Robegano. La famiglia chiede, anziché fiori, offerte che saranno per la ricerca contro il cancro.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×