19 giugno 2021

Treviso

Q.pido: libri, spettacoli e talk contro l'omofobia

Tra gli ospiti l'attrice Debora Villa e l’onorevole Alessandro Zan

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

lgbte

TREVISO - Una seconda settimana di appuntamenti importanti tra presentazioni online e incontri in presenza quella organizzata da Q.pido - Treviso Equality Festival, per la sua terza edizione.

La manifestazione organizzata dal Coordinamento Lgbte Treviso ospita fino a domenica 23 maggio un ricco calendario di manifestazioni culturali a tema Lgbt. Il tema dell’edizione 2021 è il linguaggio che spesso, online e offline, è strumento di offesa e discriminazione nei confronti delle persone Lgbt.

Si parte lunedì 17 maggio alle 18:30 con Generazione Arcobaleno. La sfida per l'eguaglianza dei bambini con due mamme (Einaudi, 2020) di Micaela Ghisleni, filosofa specializzata in etica pratica e bioetica; nel 2018 lei e la sua compagna furono tra le prime coppie omogenitoriali a vedere trascritto l’atto di nascita dei figli. L’iniziativa è stata ideata e sviluppata in partnership con Famiglie Arcobaleno.

Due giorni dopo, mercoledì 19 alle 19, spazio a Tinder & The City (Alcatraz, 2019), libro della scrittrice e social media manager Marvi Santamaria sulle avventure e i disagi che nascono sulle app di incontri.

Terza e ultima presentazione con Ti lascio per riprendermi (Solferino 2021): giovedì 20 alle 19, appuntamento con il manuale “praticomico” su come affrontare la separazione, scritto dalla giornalista e autrice televisiva trevigiana Giovanna Donini.  Con il fine settimana tornano gli eventi in presenza.

Venerdì 21 alle 18:30 piazza Rinaldi ospiterà Diversamente Uguali, intervista-spettacolo di Debora Villa sui diritti negati e sulla bellezza di essere semplicemente sé stessi. Debora Villa, attrice e comica, volto noto della televisione italiana con i suoi dieci anni di Camera Café, torna in città dopo essere stata madrina del triveneto Treviso Pride 2016.

Si prosegue sabato 22 in piazza Rinaldi, dove alle 16 si terrà il talk Di parola in parola. Voci contro violenza verbale e discriminazione per diffondere un linguaggio inclusivo. Oltre al deputato Alessandro Zan, saranno presenti la giornalista Sara Salin, che affronterà il tema del linguaggio d’odio nei media, Donatella Lanzarotta, antropologa e docente al liceo artistico di Treviso, che parlerà della violenza verbale fra gli adolescenti e la sindacalista Marta Casarin, segretaria generale FP Cgil Treviso, terrà un intervento sulle discriminazioni nei luoghi di lavoro. Gran finale domenica 23 maggio con Aperinlove.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×