20 settembre 2020

Mogliano

Questione derivati: "La causa fu una nostra iniziativa"

Azzolini e Bortolato (opposizione) segnalano come la causa vinta dal comune di Mogliano contro la Intesa San Paolo partì da un'iniziativa della Giunta precedente

|

|

derivato Mogliano

MOGLIANO - Questione derivati: Banca Intesa Sanpaolo condannata a restituire al Comune  5 milioni e 400mila euro euro più gli interessi. "La quesitone nacque nel 2007 e fu la mia Giunta a far causa alla Banca" dice l'attuale consigliere di opposizione Davide Bortolato.

Dopo l'intervento del sindaco Carola Arena, Bortolato spiega: “Il derivato fu acceso nel 2007 dalla giunta di centro sinistra e fu la giunta Azzolini a far causa alla banca nel 2013" afferma Davide Bortolato ex assessore azzoliniano. "Ricordo che Mogliano si è dotato 10 anni fa di questo tipo di mutuo alla stregua di molti altri enti su proposta delle banche che lo facevano apparire come molto vantaggioso”.

“Nel 2012 ci siamo accorti che questo strumento aveva grossi problemi ed abbiamo deciso di fare causa alla banca affidando l’incarico all’avvocato Duilio Manella che desidero ringraziare per l’ottimo lavoro svolto”.

L’ex Sindaco Azzolini: “ La cortesia non distingue certo la politica del Sindaco Arena che del successo della causa contro il derivato dovrebbe ringraziare la mia giunta. Dal punto di vista amministrativo lei non ha fatto alcunché. Gode oggi della nostra battaglia contro i furbetti delle banche che trassero in inganno il comune.”.

“ Resomi conto nel 2012 dell’inganno autorizzai la promozione di una o più azioni nei confronti di Intesa Sanpaolo. E’ una vittoria per la città , ma diventa una preoccupazione visto il recente passato, vedi il milione di euro che io feci arrivare a Mogliano come contributo per realizzare la piazza di Campocroce e che la Arena ha usato malamente per costruire la bruttura attuale”.

Gianfranco Vergani

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×