14/07/2024poco nuvoloso

15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

14 luglio 2024

Benessere

A scuola in salute!

Il progetto all’Istituto Comprensivo Statale Vittorio Veneto 2° “A. Zanzotto”

|

|

A scuola in salute!

A metà novembre inizierà, presso l’Istituto Comprensivo Statale Vittorio Veneto 2° “A. Zanzotto” in provincia di Treviso, un progetto di screening con lo scopo di identificare quali soggetti potrebbero essere a rischio di sviluppare Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) e difficoltà relative all’area emotiva-relazionale. Il percorso è rivolto agli alunni di due classi della Scuola Primaria di primo grado e si svolgerà in tre giornate all’interno dei locali scolastici. Il progetto di screening, completamente gratuito, prevede interventi di diverse discipline: psicologia, logopedia ed optometria.

 

L’obiettivo che si pone il team di PsicoLogopedia con le psicologhe Del Puppo Tamara e Polesello Elena, la logopedista Fullin Giulia e la collaborazione degli optometristi Sabrina Bertazzo, Daniela Comuzzi, Rita Rui, Jessica Baldovin e Denny Isola è quello di ottenere una visione maggiormente ampia dello stato di salute del bambino e, in particolar modo, lavorare sulla prevenzione di Disturbi Specifici dell’Apprendimento. I DSA, meglio conosciuti con i termini di Dislessia, Disortografia, Disgrafia e Discalculia, sono disturbi che riguardano lo sviluppo di abilità specifiche e rappresentano un problema ad alta incidenza nella popolazione scolastica, originando molti casi di disagio e talvolta abbandono scolastico. Inoltre, bambini con DSA possono presentare disfunzioni visive che vanno ad accentuare la difficoltà di lettura e scrittura; da qui nasce l’idea della collaborazione con l’optometrista.

 

Il progetto di screening vuole essere un valido supporto alla scuola e alle famiglie per evitare diagnosi tardive e lo sviluppo di quadri complessi di difficile trattamento. Inoltre, l’individuazione precoce può prevenire la comparsa e il consolidamento di strategie o meccanismi errati e inefficaci nell’ambito degli apprendimenti, limitando così i danni derivanti dalla frustrazione per l’insuccesso quali: la perdita di motivazione all’apprendimento, la chiusura in sé stessi, la bassa autostima e i problemi relazionali. Grazie alla collaborazione della scuola e delle famiglie si vede nascere così un intervento in cui differenti approcci disciplinari mirano allo stesso obiettivo: la salute e il benessere del bambino a scuola.

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×