11/08/2022poco nuvoloso

12/08/2022pioggia debole e schiarite

13/08/2022poco nuvoloso

11 agosto 2022

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto chiede l'abrogazione del Green Pass

La mozione presentata da Paolo Santantonio e da Gianni Varaschin verrà votata durante il consiglio comunale del 21 aprile

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vittorio Veneto chiede l'abrogazione del Green Pass

VITTORIO VENETO - Una mozione per chiedere l’abrogazione del Green Pass. E’ stata presentata da Paolo Santantonio, presidente del consiglio comunale, e da Gianni Varaschin, consigliere della lista “Toni Miatto sindaco”.

 

“Con questa mozione, che andrà all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, Vittorio Veneto sarà il secondo comune del Veneto a pronunciarsi su una materia tanto delicata e importante per i cittadini e per il Paese - spiega Santantonio -. Il primo comune Veneto a pronunciarsi è stato Bassano del Grappa, il cui consiglio comunale il 24 marzo scorso ha approvato, con 15 voti favorevoli (centrodestra) e 9 contrari (centrosinistra), una mozione con cui chiede al Governo e al Parlamento di abrogare le certificazioni Covid-19 a seguito della cessazione dello stato di emergenza”.

 

“Dopo Pasqua, oltre a Vittorio, la richiesta di abrogazione definitiva del green pass sarà presentata anche nel consiglio comunale di Vicenza. Con la mozione si chiede anche di intervenire legislativamente affinché l’utilizzo di tale strumento straordinario non sia ammesso in via ordinaria - aggiunge l’esponente di Forza Italia -. Una richiesta quasi ovvia in uno Stato democratico, ma non così tanto in Italia, dove il Governo ha deciso di rendere eterno il lasciapassare, scollegandolo definitivamente dall’emergenza che lo ha generato e giustificato fino ad oggi. Con la cosiddetta “graduale dismissione“ del green pass, il decreto legge pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2022 prevede infatti di mantenere in vita per tre anni la certificazione, che quindi potrà in futuro essere riportata in vita anche per altre esigenze, compromettendo definitivamente l’equilibrio del rapporto tra lo Stato e suoi abitanti”.

 

La mozione impegna il sindaco e la giunta “a chiedere al Parlamento e al Governo l’abrogazione delle disposizioni in materia di impiego delle certificazioni verdi Covid-19 a decorrere dalla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×