18 novembre 2019

Vittorio Veneto

Il 27 febbraio più caldo di sempre: 15° sopra la media

A Vittorio Veneto rispetto all’anno scorso ci sono 30° in più. E - parola di esperto - c’è di che preoccuparsi

Stefania De Bastiani | commenti |

immagine dell'autore

Stefania De Bastiani | commenti |

VITTORIO VENETO - Abbiamo gioito per lo scoppio improvviso della primavera. Ma queste temperature dovrebbero allarmarci. La giornata di oggi è stata il 27 febbraio più caldo di sempre. A Vittorio Veneto si sono toccati i 22° C e, se si guarda lo stesso giorno dello scorso anno, si sono registrati ben 30°C in più.  Nel 2018 a fine febbraio a Vittorio Veneto le temperature sono scese fino a -10, e il primo marzo ha nevicato. Una bella differenza.

 

A darci le esatte misurazioni, e a fornirci un’accurata analisi di queste, è il meteorologo vittoriese Andrea Costantini. ”In 9 anni di rilevazioni della mia stazioncina - riferisce Costantini - è la prima volta che si superano i 20°C a febbraio, ma non solo: abbiamo di slancio superato anche il record di massima precedente (fermo a circa 17°C), ma con distacco superiore ai 5°C netti. Oggi - fa notare - siamo circa 15°C sopra la media stagionale”.  “Stanotte - spiega ancora Costantini - c’erano 15° C, a causa del Fohn arrivato dalle Alpi. Un evento estremamente raro: a memoria mia non si era mai arrivati a tanto”.

 

Un’anomalia da cui non si possono che trarre preoccupanti conclusioni. “Questa - spiega Costantini - è l’ennesima comprova del fatto che sono in atto variazioni climatiche. Fino a qualche anno fa era impensabile credere di arrivare a 20° C a fine febbraio. Le temperature di oggi, notevolmente sopra la media, si inseriscono inoltre in un febbraio che è tra i più caldi degli ultimi 100 anni. E questi picchi, che aumentano sempre in frequenza e intensità, non possono essere riconducibile ad alcun ciclo naturale. La causa è umana. Non esistono in natura fenomeni simili”.

 

E il fatto che a Vittorio Veneto, dove Costantini ha la propria stazione meteorologica, lo scorso anno in questo periodo si sono registrati 30° C in meno rispetto a oggi, è una dimostrazione del fatto che queste variazioni climatiche avvengono con picchi imprevedibili che negli ultimi anni, si sono fatti sempre più intensi e frequenti. “Sono ondate di caldo anomale sulle quali non si possono fare previsioni- precisa l'esperto - se fa caldo oggi non è detto che quest’estate sarà calda. Non esiste alcun modo di sapere, ora, che tempo farà la prossima estate.”

Previsioni però si possono fare per i prossimi giorni... “Le temperature si abbasseranno di qualche grado - risponde il meteorologo - ma rimarranno comunque sopra le media stagionale”.

 

Quel che è certo è che in corso ci sono variazioni climatiche non da poco, qui come altrove: in Inghilterra si sono fatti il bagno, nei giorni scorsi. Cambiamenti di cui l’uomo è responsabile. E su questo tema Andrea Costantini terrà un ciclo di conferenze. Il 15 marzo, il 29 marzo e il 12 aprile si terrà la rassegna Le Nuvole: aperta al pubblico, e organizzata con il patrocinio del Comune, del Club alpino, e con il contributo di Savno. Il primo e il terzo appuntamento si terranno presso la biblioteca civica di Ceneda, mentre il secondo al teatro Da Ponte e in questa occasione sarà relatore anche Luca Ombroso, noto meteorologo italiano. “E’ una rassegna organizzata con lo scopo di sensibilizzare la popolazione  -conclude Costantini-, di spiegare cosa sta accadendo al clima, quali sono i mutamenti in atto”.

Un argomento che, volenti o nolenti, interessa tutti noi.

 

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×