18 ottobre 2019

Castelfranco

Arriva il 5G, e l’European Consumers lancia l’allarme

Paura anche a Borso per le nuove antenne: "Gravissimi effetti sulla salute umana e ambientale”

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

BORSO DEL GRAPPA – Mentre a livello locale la gente s’interroga sull’opportunità o meno di portare le antenne del 5G sul Massiccio del Grappa arriva un inquietante report sui rischi dati da queste presenze. Marco Tiberti presidente di European Consumers ha infatti, reso noto che l’organizzazione internazionale da lui rappresentata, ha ultimato uno studio sui rischi da campi elettromagnetici, in relazione alla diffusione del 5G in Italia. Va rammentato che a Borso la comunità è divisa tra chi teme per la propria salute e chi inneggia all’innovazione tecnologica: una disputa non semplice che vede pro e contro in entrambe le posizioni, fino ad ora.

Lo studio è stato inviato a tutti i 7914 Comuni in Italia (quindi anche a Borso del Grappa), al Governo e ai Gruppi Parlamentari affinché aggiornino le normative vigenti in materia di elettrosmog. “La mancanza di un adeguato aggiornamento legislativo ci espone tutti a un eccesso di radiazioni elettromagnetiche con gravissimi effetti sulla salute umana e ambientale – afferma Marco Tiberti -! Se tale adeguamento normativo non sarà effettuato European Consumers si riserva la costituzione di parte civile a difesa della salute pubblica e dell'ambiente”.

Un annuncio senza precedenti così motivato dal presidente dell’organizzazione internazionale: “… non si possono bloccare le innovazioni tecnologiche, esse devono essere tuttavia impiegate su larga scala solo dopo averne compiutamente considerato i possibili impatti ambientali e sanitari e solo dopo un efficace adeguamento delle normative in relazione alle conoscenze scientifiche, privilegiando la salute e l’ambiente prima di qualsiasi interesse economico”.

“In relazione al 5G è necessaria una moratoria per valutare adeguatamente gli effetti sulla salute e sull’ambiente delle frequenze utilizzate, anche in relazione alla loro prevista onni-pervadenza – si legge in una nota dell’organizzazione -. Vanno inoltre valutati i possibili effetti sulla sempre più folta comunità degli Elettrosensibilie sui soggetti potenzialmente più vulnerabili, come i bambini. Riteniamo inoltre doveroso, sulla base delle evidenze disponibili, il divieto di installazione di reti Wi-Fi negli asili e nelle scuole frequentate da bambini e ragazzi al di sotto dei 16 anni e il divieto di posizionamento di ripetitori di radiotelefonia in prossimità degli stessi luoghi”.

Ma per European Consumers vi deve essere anche obbligo, per le Agenzie di Salute Pubblica, di valutare i rischi per la salute connessi alle radiofrequenze, selezionando studi scientifici indipendenti ed escludendo quelli finanziati dall’industria delle telecomunicazioni o da fondazioni ed enti finanziati dalla stessa. “Riteniamo che debba essere sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica l’intera Strategia per le Telecomunicazioni – aggiungono -. Ricordiamo che il processo di VAS impone criteri ampi di partecipazione, tutela degli interessi legittimi e trasparenza del processo decisionale, attraverso il coinvolgimento e la consultazione dei soggetti competenti in materia ambientale e del pubblico che in interessato dall’iter decisionale”.

In conclusione, afferma Marco Tiberti: “Auspichiamo la promozione di investimenti pubblici e detassazione per la connettività in fibra ottica e via cavo, che è la tecnologia più efficiente e sicura per la salute e per l’ambiente. Su questi presupposti siamo lieti di offrire al pubblico il nostro rapporto, svolto in modo del tutto indipendente. Gradiamo costruttivi feedback per migliorare ulteriormente la conoscenza di base e la divulgazione delle problematiche correlate all’incremento dei campi elettromagnetici artificiali e alla necessità di un adeguata normativa e di processi per quanto possibile trasparenti e partecipati di valutazione degli impatti delle nuove tecnologie”.

LINK del Report di European Consumers

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×