17/11/2018sereno

18/11/2018quasi sereno

19/11/2018nuvoloso

17 novembre 2018

Castelfranco

Carabinieri accusati: soldi da imprenditori cinesi per non farli chiudere

Un brigadiere della compagnia di Castelfranco ai domiciliari. Si indaga anche su tre colleghi

commenti |

cinesi

CASTELFRANCO L’accusa è di aver richiesto dei soldi a degli imprenditori di origine cinese minacciando di far chiudere l’attività se non avessero corrisposto del denaro.

Per questo un brigadiere della compagnia carabinieri di Castelfranco è finito agli arresti domiciliari per concussione. Tre suoi colleghi sono invece indagati a piede libero e non sono ancora state emesse nei loro confronti misure restrittive.

 

La vicenda è stata resa nota dalla Tribuna di Treviso. I carabinieri trevigiani avrebbero fatto scattare le indagini sui colleghi a seguito di una denuncia interna all’Arma.

In base alla ricostruzione, gli imprenditori cinesi sarebbero stati spinti a versare centinaia di euro ai militari in questione che li avrebbero minacciati di sospendere le loro attività lavorative per motivi igienico sanitari o per altre ragioni.

 

Gli inquirenti stanno ora raccogliendo le testimonianze di diversi imprenditori cinesi che sarebbero finiti nel mirino degli indagati.

Domani in tribunale dovrebbe tenersi l’interrogatorio di garanzia per il brigadiere finito ai domiciliari.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×