18 novembre 2019

Castelfranco

"Cemento terza causa di tumore, basta costruire"

Comitato Città Futura contesta il sindaco per la cementificazione in città. Il sindaco Marcon: “Riconvertiti 95mila mq con la variante verde”.

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTELFRANCO - Ieri sera incontro pubblico al vetriolo per il sindaco Marcon, nel quartiere Avenale. Alcuni cittadini hanno lamentato che la città è invasa dal cemento ma il sindaco ha spiegato che nulla si poteva contro la legge Regione che fortunatamente è stata modificata due giorni fa ma comunque: “Abbiamo riconvertito già 95mila mq con la variane verde e quando metteremo mano agli impianti sportivi potremo fare altrettanto con ulteriori 100mila mq”.

Posizioni contrapposte quindi. Il comitato Città Futura rimprovera, infatti, alle istituzioni l’edificazione di troppi palazzi: “Innanzitutto, il cemento che stanno spandendo a piene mani a Castelfranco è la terza causa di tumore. Cementificare significa togliere il verde, gli alberi; creare condomini là dove c'erano casette vuol dire quadruplicare, quintuplicare il numero di auto in entrata ed uscita. Cos'è? Ce li vogliamo creare da soli i casi di tumore per far funzionare a pieno lo Iov?”.

Dichiarazioni forti alle quali il sindaco Stefano Marcon, che rigetta il temine “cementificazione”. ha risposto che il piano casa non permetteva ai comuni di governare la situazione ma fino ad un certo punto dato che comunque: “Su 638 casi di piano casa ne sono passati solo 14 quindi il 2,2%. Ad ogni modo il giorno 27 marzo sono state approvate le modifiche alla legge regionale e ora determinate operazioni edificatorie vanno concordate con i Comuni. Tutto è cambiato quindi. Ho spiegato la cosa ai 40 cittadini che ieri sera erano all’incontro e farò altrettanto con chi mi verranno a sentire negli altri quartieri”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×