13 novembre 2019

Montebelluna

Cucine nei centri civici, ecco cosa cambia

Confronto tra Comune e referenti dei comitati

commenti |

commenti |

MONTEBELLUNA - L’altra sera il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, ed i tecnici comunali hanno incontrato i presidenti dei comitati civici e comitati festeggiamenti. E' stato affrontato il nodo dei limiti e delle modalità di utilizzo delle cucine presso i centri civici che ne sono dotati.

Si è convenuto tra amministrazione comunale, tecnici e presidenti del Comitato civico che nel rispetto del Regolamento vigente, è comunque opportuno che si arrivi ad una migliore programmazione per quanto riguarda gli eventi per i quali è data la possibilità di attivare le cucine chiedendo autorizzazioni temporanee. Così come si è convenuto che è opportuno un confronto tra Comitati civici e Comitati festeggiamenti per verificare se vi siano condizioni di operatività tale da suggerire e consentire l'attivazione di una licenza bar/ristorazione al fine di garantire un miglior servizio alla comunità.

 

“Nel corso della seduta, lunga e costruttiva – commenta il sindaco, Marzio Favero – sono stati affrontati temi importanti a partire dal ruolo dei Comitati, alle situazioni di incompatibilità di incarichi, fino alla gestione del servizio ristorativo. Ora vi sarà un affinamento delle proposte di integrazione al Regolamento coi Comitati che poi saranno inviate all'attenzione della prima Commissione consiliare e del Consiglio Comunale. Qualsiasi strumento a distanza di qualche anno, come un Regolamento, può aver bisogno di qualche ritocco dopo aver affrontato la prova dei fatti. Apprezzabile che si sia condiviso il percorso attraverso un dialogo franco e costruttivo”.

 

Il Comune ha inoltre accolto la proposta di riconoscere l'identità territoriale all'attuale quartiere Bertolini allo scopo del successivo insediamento del Comitato civico, che comporterà la preventiva modifica dello Statuto comunale e poi del Regolamento. Si lavorerà poi per il miglioramento della definizione della aree di competenza dei diversi quartieri, ci saranno un’esplicitazione più nitida delle incompatibilità tra l'essere componente del consiglio direttivo del Comitato civico e incarichi di natura amministrativa o politico-partitico ed una puntualizzazione del ruolo dei Comitati civici che non hanno una funzione di rappresentanza della cittadinanza ai sensi del Testo Unico degli enti locali, bensì una funzione partecipativa e consultiva.

 

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

27/06/2013

Carbonara on the road

Un piatto tipico in un' atipica location. E uno chef di 1° livello: Riccardo De Prà

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×