21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

23/09/2018quasi sereno

21 settembre 2018

Nord-Est

Di corsa dal Nevegal a Lourdes con un rene trapiantato

La sfida dei bellunesi Milena e Valerio, percorreranno 1200 chilometri

commenti |

BELLUNO– Dal Santuario della Madonna di Lourdes in Nevegal, alle porte delle Dolomiti bellunesi, a Lourdes, in Francia. Di corsa. Oltre mille e duecento chilometri, circa quaranta a testa, al giorno.

Protagonisti della sfida due bellunesi: Milena Dalla Piazza e Valerio Sani. Valerio un anno e mezzo fa ha subito un trapianto di rene e per questo è un caso di studio medico: dalle analisi condotte emerge che praticare con assiduità uno sport come la corsa contribuisca a migliorare il quadro clinico di chi soffre di insufficienza renale cronica, anche in dialisi. Questa, per entrambi, è prima di tutto una sfida con se stessi.

"L'idea di questa sfida - raccontano Milena e Valerio - è nata quasi per caso. Adesso non vediamo l'ora di partire, sarà sicuramente una bellissima esperienza, che speriamo possa poi essere condivisa anche da altre persone. Non necessariamente a piedi e di corsa. Sarà un itinerario suggestivo, ricco di storia e di spiritualità. Percorreremo ottanta chilometri al giorno, in una specie di staffetta. Uno corre e l'altra segue in auto e poi ci si dà il cambio. In questo modo accorciamo i tempi di percorrenza".

Ma è anche un'iniziativa dai molteplici significati. C'è quello religioso e di fede, perché Valerio e Milena non solo partiranno da un santuario, quello in Nevegal, dedicato alla Madonna di Lourdes e arriveranno proprio a Lourdes. C'è quello medico, vista la condizione di trapiantato di Valerio, che lo rende un soggetto di particolare interesse per gli effetti di un'attività sportiva intensa sulla condizione fisica di chi subisce interventi così importanti. E poi c'è quello turistico, perché la speranza dei due protagonisti e di Confindustria Belluno Dolomiti - che sostiene l'impresa con la sua agenzia AIT Dolomiti - è che il tracciato che percorreranno diventi a tutti gli effetti un itinerario turistico, un'opportunità per i circa 6 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo che ogni anno si recano a Lourdes.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×