17 novembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Frana la collina a Miane: "E' colpa del nuovo vigneto"

I residenti denunciano l’accaduto e annunciano un ricorso al Tar

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

MIANE – Una frana sulla collina dove è stato piantato il contestato vigneto di via Rive a Premaor alimenta nuovi timori. “Dove a fine luglio è stato raso al suolo un bosco di 8000 metri quadri per l’impianto di un nuovo vigneto… nella notte tra il mercoledì 6 e giovedì 7 novembre si è staccata una frana dal versante della collina che dà sul parcheggio in prossimità del Capitello di San Rocco – spiega il Gruppo Stop Pesticidi Miane SOS TERRITORIO -. Terra, fango, sassi e piante sradicate sono scesi dal pendio occupando parte del piazzale”.

Ma il sopralluogo ha messo in luce altre criticità. “Siamo saliti sulla sommità della collina e abbiamo scattato delle foto del versante disboscato. Gli alberi che lo delimitano sono dritti, pressoché perpendicolari al cielo verso la sommità del pendio, ma man mano che si scende inclinano verso valle: è il chiaro segno che il terreno sta cedendo e sta trascinando con sé quel che resta del bosco”.

I residenti ci informano hanno inoltrato quindi un esposto a: Sindaco di Miane, Uff. Tecnico, Genio Civile, Arpav, Unità Organizzativa Forestale Est, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Venezia e per le province di Belluno, Padova e Treviso, Comando dei Carabinieri Forestali di Treviso e di Valdobbiadene. Esposto che fa che segue quello del 4 ottobre per un analogo episodio di smottamento con dilavamento di materiali di drenaggio sulla strada.

Nell'esposto scrivono: "Come abitanti delle residenze confinanti con la proprietà oggetto dei lavori ribadiamo che siamo sempre più preoccupati per la situazione. Temiamo nuovi e più ingenti frane. Avevamo già segnalato le nostre preoccupazioni per i pericoli di smottamenti e ogni altro rischio idrogeologico al Sindaco del Comune di Miane con lettera protocollata il 6 agosto 2019, chiedendogli che fossero adottate tutte le misure di sicurezza idonee per prevenire l'incolumità nostra e delle nostre abitazioni, abbiamo inoltrato un esposto ai Vostri Uffici lo scorso mese".

Il Gruppo Marcia Stop Pesticidi, che da mesi collabora con i residenti per sostenerli nell’affrontare la problematica, conclude: “Uno dei residenti ci segnala che durante la notte la situazione è ulteriormente peggiorata – inoltre -. I residenti, assistiti dallo Studio dell'Avvocato Primo Michielan, depositeranno in settimana il ricorso al TAR per chiedere la sospensione dei lavori ed impedire la realizzazione del vigneto”.

 

 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

02/08/2019

"Sul nuovo vigneto solo falsità"

L’Assessore regionale all’Ambiente replica alle affermazioni del Consigliere regionale Andrea Zanoni sul disboscamento di Miane

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×