20 settembre 2019

Vittorio Veneto

Giovane panettiere muore improvvisamente. La madre lo trova senza vita

Massimo Bottecchia è stato stroncato da un infarto a soli 48 anni

Claudia Borsoi | commenti |

CAPPELLA MAGGIORE – Lutto ad Anzano di Cappella Maggiore per l’improvvisa morte del panettiere Massimo Bottecchia. 48 anni, gestiva il panificio di via Anzano che era stato del papà Attilio e, prima ancora, del nonno.

 

Domenica il cuore del 48enne si è fermato improvvisamente, pare colto da un infarto. La mamma Nerina lo ha trovato privo di sensi sul divano di casa. E inutile per Massimo è stato il soccorso prestato dal personale del Suem.

 

Massimo gestiva con la sorella Giovanna il panificio di via Anzano, da sempre punto di riferimento per il paese. L’arte del panettiere l’aveva appresa dal padre, un mestiere carico di sacrifici, visto che ogni notte alle 2 Massimo era al lavoro tra farine e lieviti. Un mestiere che portava avanti con grande passione. Di lui tutti, amici e conoscenti, dicono che era un gran lavoratore. Celibe, era una persona molto riservata.

 

Il 48enne lascia la mamma Nerina, la sorella Giovanna, il fratello Maurizio, le nipotine e la cognata, oltre a zii, cugini e tanti amici. Il funerale si tiene mercoledì 14 agosto alle 10.30 nella chiesa di Anzano dove domani, martedì, alle 20 sarà recitato il rosario.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×