15 luglio 2019

Conegliano

IO, IL PARTO, LO FACCIO STRANO

Le gestanti preferiscono partorire in modo non convenzionale

Claudia Borsoi | commenti | (18) |

CONEGLIANO/VITTORIO VENETO – Al tradizionale lettino, le partorienti preferiscono il parto in posizioni “non convenzionali”, cioè in posizione fetale, a carponi, accovacciate o in acqua. Ma non si tratta di una moda, precisano i primari dell'unità operativa di ostetricia e ginecologia degli ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto, bensì di un’evoluzione che ha permesso alle ostetriche, dopo opportuni corsi, di suggerire alle partorienti nuove posizioni che favoriscono sia la donna che il neonato.

A Conegliano, nel corso del 2011, i parti in “posizione libera” sono stati scelti dal 64% delle partorienti, a Vittorio Veneto da poco più del 50%.

Le nascite lo scorso anno hanno registrato un lieve calo: dalle 2.021 si è passati a 2.008. 1.196 i parti a Conegliano, 774 a Vittorio Veneto e un totale di 38 parti gemellari. Al Santa Maria dei Battuti i maschietti hanno battuto le femmine, 638 contro 591, mentre all’Ospedale di Vittorio Veneto sono nate 390 femmine contro 389 maschietti.

A Conegliano l’unità di ostetricia ha infine registrato una netta inversione di tendenza nel rapporto tra partorienti italiane e straniere, quest’ultime scesa al 32,19% del totale, cinque punti in meno rispetto al 2010. «Si tratta di un dato sicuramente riconducibile alla crisi economica che si fa sentire in modo consistente anche tra le immigrate» annota il primario Antonio Azzena.

A Vittorio Veneto, infine, il nuovo anno si apre con un obiettivo, quello di garantire il parto indolore 24 ore su 24, mentre ora viene fornito dalle 8 alle 20.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Il parto in acqua è quasi un miraggio. E garantire l'epidurale 24 ore al giorno è perfetto e segno di civiltà (poi se una non vuole, fa a meno). Ma occorrerebbe l'appoggio delle ostetriche, decisamente contrarie.

segnala commento inopportuno

finchè non vedo non credo nell'epidurale garantita 24 ore su 24 a vittorio veneto. Inoltre, come scrive chess, le ostetriche lo scoraggiano CALOROSAMENTE... provato di persona!!!!!

segnala commento inopportuno

Partorire senza dolore?? Ho 34 anni 2 figlie e sono incinta del terzo.. Ho partorito naturalmente ed è il più bel ricordo della mia vita anche se ho sofferto molto per la seconda!! Sono contro l'epidurale.. Lo dice anche la Bibbia " tu donna partorirai con dolore"... E poi è il dolore per tuo figlio... Come dice mia mamma " le un mal desmentegon" .. È la vita nn un mal di denti!!

segnala commento inopportuno

Non e' moda,nooooooooooo.............
Ora partorire per molte donne e' diventato una corsa su' gli altri per chi lo fa' nel modo piu' particolare.....
Quando invece il parto non e' solo la cosa piu' unica al mondo,ma farlo in modo naturale lo si' vive insieme al papa' MERAVIGLIOSAMENTE,senza sta li' a far acrobazie perdendosi alla fine l'evento piu' bello!!!!!!!!!!

segnala commento inopportuno

Quindi lei non lavora giusto? E suo marito procaccia il cibo per la famiglia faticando. Ogni tanto scegliete una vittima da donare a dio bruciandola su una pira o sgozzate un capretto. E ovviamente vi "unite" solo per procreare, quindi in tutto ha visto suo marito solo due volte.
Lo dice la Bibbia.
Se lei non vuole fare l'epidurale, libera di non richiederla. Dovrebbe sapere comunque che l'epidurale copre il travaglio e non l'espulsione. Chissenefrega di soffrire 10-12 ore, quando i momenti più belli sono nell'ultima mezzora. Comunque, ripeto, se mai le capiterà di nuovo di avere dei rapporti con suo marito e quindi di procreare nuovamente, libera di patire fin che vuole.

segnala commento inopportuno

Non ho fatto l'epidurale, ma non sono contraria. Se si pùò scegliere di partorire con meno dolore, non vedo perchè non poter usufruire dei progressi della medicina. E ben vengano le posizioni più naturali del parto, che favoriscano una posizione del bacino adatta ad un più facile passaggio del bambino, credo che il lettino del parto sia comodo soprattutto per il personale sanitario...io non avrei voluto, ma ero nella fase del "fate di me quel che volete, l'importante è che esca" :-))

segnala commento inopportuno

Finalmente un po' di libertà.
Ho due figli e per il primo, partorito a Conegliano, sono stata immobilizzata le ultime 5 ore nel lettino orizzontale, senza la possibilità di muovermi (travaglio durato 12 ore) con flebo di ossitocina, un male indescrivibile e alla fine mi hanno fatto un episiotomia da macelleria.
Con il secondo figlio invece, come da indicazioni fornitemi al corso pre-parto, ho potuto muovermi liberamente, sedermi e mettermi nella posizione meno dolorosa e infatti è stato meglio così, anche psicologicamente.
Chi ha provato, sa.....
Poi dipende dal personale che trovi di turno in quel momento..... alcune sono disponibili, altre sono un po' inquadrate vecchio sistema.....

segnala commento inopportuno

io ho parorito in piena libertà a casa !un esperienza unica
non sempre è vero che il parto significhi dolore ,io non sono arrivata all'esasperazione certo nemmeno una passeggiata
l'epidurale ti allevia i dolore ma qualsiasi esperienza rimanga non espressa prima o poi riaffiora quindi forse vale la pena affontarla e viverla con apertura
auguri a tuue le mamme!

segnala commento inopportuno

La posizione strana e anomala, comunque, è quella del lettino ostetrico. Le nostre nonne, che partorivano a casa, stavano straiate, non avevano certo gli appoggi per sollevare le gambe.

segnala commento inopportuno

Per tutte quelle che pensano che l'epidurare nn fa sentire il dolore del parto e quindi vi perdete un momento indimenticabile vi sbgliate di grosso. Io l'epidurale l'ho fatto e senti decisamente meno il dolore del travaglio, ma molto meno.E nn vi preoccupate che il momento del parto si sente benissimo in tutto:) .Ma volete mettere il dolore magari di 10 ore di travaglio ed arrivare alla fine esauste che essere cariche per poter dare delle buone spinte?alla fine con l'epidurale soffre meno la mamma ma anche il bambino.

segnala commento inopportuno

Sono un papà che ha visto nascere le sue figlie con parto naturale. Mia moglie è stata abbastanza fortunata ma altre mamme hanno patito un bel pò:prima ci provano col gel,, poi con altri metodi, alla fine con parto indotto, il cesareo proprio per ultimo (costa più soldini). A mia moglie è andata bene ma non sempre è così, dipende soprattutto da chi trovi in reparto (ci vuole c.. fortuna !)
Mia figlia ha partorito in casa con un'ostetrica di quelle "navigate": in poco più di un'oretta, SENZA NESSUN TIPO DI STRESS, rilassata, coccolata dal marito e dalla nonna, in maniera del tutto serena: ... E PER LA COMUNITA' A COSTO ZERO !

segnala commento inopportuno

Non faccio commrnti su articolo non sono sposato non ho figli.
Pero' ho letto e sono rimasto impressionato dalla prima parte del commento di chess ma domanda senza offesa a parte l'epidurale lei prende qualche farmaco perche il commento mi e' parso un po "sfasato" per non dire altro.
Lasciate stare la bibbia che non e' il 'kamasutra' del parto.

segnala commento inopportuno

Ho due figlie e quindi due parti differenti:nel primo ho potuto usare la posizione a me più comoda, nel secondo mi hanno obbligata a rimanere distesa dorsalmente, posizione scomodissima e con dolori bestiali alla schiena durante il travagli, al momento del parto mi son ritrovata senza energia e distesa di nuovo,l'epidurale in quel caso l'avrei gradita.
Siamo tutte diverse, penso che al giorno d'oggi con tutte le possibilità che ci sono la libertà di partorire un figlio non debba essere discussione altrui ma tra l'unica interessata e il medico.

segnala commento inopportuno

signor Erasmo, mi fa piacere che mi abbia preso per sfasato: la mia era una risposta a una gentile commentatrice, la quale sostiene (si legga tutti i commenti) che è sbagliato usare l'epidurale perchè nella Bibbia c'è svritto che la donna partoriràcon dolore. Era sarcasmo il mio, caro Erasmo.

segnala commento inopportuno

che nel 2012 ci siano ancora molti ospedali, per non dire troppi, che non offrono l'assistenza all'epidurale 24 h su 24h, come ad esempio Treviso. Sono incinta del secondo bimbo e spero davvero di non dover patire tanto quanto la prima volta. L'uomo (l'essere unano) può andare sulla luna ma le donne non possono partorire senza provare dolori indescrivibili??!!?? Certo, ci sono quelle fortunate che in qualche ora se la cavano, ma tante altre patiscono per ore. A che pro? Non nascono certo più sani i bimbi se la madre grida a causa del dolore per più di 12 ore.

segnala commento inopportuno

Pregasi ricordare ogni tanto, Gentilissime e Dolcissime Signore, che la stupenda esperienza del parto mai vi sarebbe concessa se l' HOMO non esistesse. ONORI all'HOMO!

segnala commento inopportuno

@homo sapiens: e con questo commento cosa credi di aver aggiunto?

segnala commento inopportuno

Gent.ma La, ho aggiunto, visto che i commenti stavano registrando (giustamente) una sorta di apologia del parto, che esso non va considerato monopolio femminile. Non è il caso che vi risentiate di questo fatto, o Dolcissime Signore!
NB: Apologia: discorso in difesa delle proprie "posizioni"...

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×