08 dicembre 2019

Oderzo Motta

Litigio con il cacciatore, questo gli punta il fucile al petto. Scene da Far West a Ponte di Piave

È accaduto nell'area della golena del Piave sabato della scorsa settimana

commenti |

commenti |

Litigio con il cacciatore, questo gli punta il fucile al petto. Scene da Far West a Ponte di Piave

PONTE DI PIAVE - Gli punta il fucile da caccia sul petto. Lui non se ne cura e glielo sfila dalle mani portandolo nella sua casa. E adesso il cacciatore rischia seriamente la denuncia.

L'episodio è accaduto sabato della scorsa settimana verso le 8 del mattino in via Zattere a Ponte di Piave.

Poco prima tre cani da caccia gli avevano sbranato cinque polli. Lui, esasperato per l’episodio, apostrofa un cacciatore con il fucile in mano che si fa largo tra la vegetazione di fronte alla sua casa, impegnato a richiamare l’attenzione dei cani con il fischietto.

Il residente chiede al cacciatore perché si trovasse lì con il fucile in mano.

Per tutta risposta l’altro gli ha puntato l’arma all’altezza del petto, come riferirà poi ai Carabinieri nel verbale.

Lui, lungi dall’innervorirsi, ha afferrato il fucile per la canna, glielo ha sfilato dalle mani e si è chiuso in casa, avvertendo i Carabinieri.

L'altro cacciatore invece con un conoscente si è allontanato.

Poco dopo è giunta la pattuglia dei Carabinieri che ha interrogato il malcapitato e si è fatta consegnare l'arma da fuoco.

Attraverso il numero di matricola sono poi risaliti in pochi minuti al cacciatore. E intanto il residente ha raccontato per filo e per segno in un verbale i fatti alla caserma di Ponte di Piave.

E ora il cacciatore rischia la denuncia: "Questa era l'ennesima volta che i cacciatori entrano nella mia proprietà e non ne posso più; è la goccia che davvero ha fatto traboccare il vaso" commentato sconsolato il pontepiavense.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×