25/09/2017quasi sereno

26/09/2017quasi sereno

27/09/2017quasi sereno

25 settembre 2017

Mogliano

"A Mogliano le donne non sono lasciate sole"

Il locale servizio Centro Donna sarà potenziato. Nel 2017 sino a marzo gli accessi sono stati 24.

commenti |

Il Centro Donne aumenta gli orari di servizio

MOGLIANO - A Mogliano sarà potenziato il Centro Donna per dare sostegno a molte donne moglianesi che si rivolgono anche ai centri di Mestre e Treviso. I Centri anti violenza del Veneto nel 2016 hanno seguito più di 2.700 donne, il 3% in più dell’anno precedente.

“Abbiamo deciso che il nostro Centro – dichiara il Sindaco Carola Arena – sarà un luogo di prevenzione per scongiurare che si presentino anche da noi situazioni gravi.

L’unico modo per sostenere le donne in questo è dar loro un punto di riferimento sicuro e protetto al quale rivolgersi per prevenire i meccanismi che generano e mantengono la violenza. Le donne moglianesi devono sapere che non sono sole”.

Le donne moglianesi devono sapere che non sono sole


Il Centro Donna sarà presso la sede delle Politiche Sociali e sarà ancora gestito dalla Cooperativa Sociale La Esse. Avrà ingressi che maggiormente tutelano la pivacy e raddoppierà gli orari di apertura e cioè mercoledì mattina (9-12), lunedì pomeriggio (14 -16.30) e su appuntamento chiamando il 3666317680 da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.

“Prevediamo nuovi percorsi personalizzati e di gruppo – afferma l’Assessore alle Politiche Sociali Tiziana Baù – che svilupperemo con la cooperativa e le operatrici già esistenti per fare un’azione di prevenzione della violenza”.

Questa scelta è nata dai bisogni emergenti e dalla quantità di accessi al Centro Donna di Mogliano che nel secondo semestre del 2016 sono stati 72 con una media di 2,6 ad ogni apertura. Nel 2017 sino a marzo gli accessi sono stati 24.

Le donne si sono rivolte ai Centri per chiedere aiuti sui servizi di consulenza legale, di violenza domestica, di sostegno alla costruzione di un progetto di autonomia lavorativa, di aiuti economici ed abitativi, di separazione e conciliazione.

Gianfranco Vergani

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

20/04/2017

Nuove asfaltature al via

Il sindaco Arena annuncia novità per via Mazzocco e, nei prossimi mesi, per via Sassi e il quartiere Marocco

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×