21/11/2017foschia

22/11/2017quasi sereno

23/11/2017variabile

21 novembre 2017

Mogliano

"A Mogliano le donne non sono lasciate sole"

Il locale servizio Centro Donna sarà potenziato. Nel 2017 sino a marzo gli accessi sono stati 24.

commenti |

Il Centro Donne aumenta gli orari di servizio

MOGLIANO - A Mogliano sarà potenziato il Centro Donna per dare sostegno a molte donne moglianesi che si rivolgono anche ai centri di Mestre e Treviso. I Centri anti violenza del Veneto nel 2016 hanno seguito più di 2.700 donne, il 3% in più dell’anno precedente.

“Abbiamo deciso che il nostro Centro – dichiara il Sindaco Carola Arena – sarà un luogo di prevenzione per scongiurare che si presentino anche da noi situazioni gravi.

L’unico modo per sostenere le donne in questo è dar loro un punto di riferimento sicuro e protetto al quale rivolgersi per prevenire i meccanismi che generano e mantengono la violenza. Le donne moglianesi devono sapere che non sono sole”.

Le donne moglianesi devono sapere che non sono sole


Il Centro Donna sarà presso la sede delle Politiche Sociali e sarà ancora gestito dalla Cooperativa Sociale La Esse. Avrà ingressi che maggiormente tutelano la pivacy e raddoppierà gli orari di apertura e cioè mercoledì mattina (9-12), lunedì pomeriggio (14 -16.30) e su appuntamento chiamando il 3666317680 da lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.

“Prevediamo nuovi percorsi personalizzati e di gruppo – afferma l’Assessore alle Politiche Sociali Tiziana Baù – che svilupperemo con la cooperativa e le operatrici già esistenti per fare un’azione di prevenzione della violenza”.

Questa scelta è nata dai bisogni emergenti e dalla quantità di accessi al Centro Donna di Mogliano che nel secondo semestre del 2016 sono stati 72 con una media di 2,6 ad ogni apertura. Nel 2017 sino a marzo gli accessi sono stati 24.

Le donne si sono rivolte ai Centri per chiedere aiuti sui servizi di consulenza legale, di violenza domestica, di sostegno alla costruzione di un progetto di autonomia lavorativa, di aiuti economici ed abitativi, di separazione e conciliazione.

Gianfranco Vergani

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

20/11/2017

Ecco la nuova "Officina 31021"

La neonata associazione avrà in gestione l'area dello skatepark di via Colelli. In programma eventi per i giovani

immagine della news

19/11/2017

Ecco il nuovo bosco di Mogliano

Le ragazze e i ragazzi della scuola media hanno messo a dimora alcune centinaia di piante autoctone di cui si prenderanno cura nel tempo

immagine della news

17/11/2017

Question time stasera in Consiglio

A Mogliano assemblea alle 19. Verrà discussa la proposta del Movimento Cinque Stelle sulla possibilità di uno spazio per le domande dei cittadini

immagine della news

16/11/2017

A Mogliano il "bosco di pianura"

Sabato dalle 9 si svolgerà la cerimonia pubblica per la messa a dimora delle piante che daranno vita al nuovo bosco cittadino

immagine della news

16/11/2017

La fontana del centro diventa viola

L'iniziativa è prevista oggi, giovedì 16, a Mogliano in occasione della Quarta giornata Mondiale per la Lotta al Tumore del Pancreas

immagine della news

06/11/2017

Al via il Passante Verde 2.0

Lungo i 32 chilometri della tratta, da Mira a Quarto d’Altino, sono previste nuove aree verdi con piantumazioni di numerose piante

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×