17/12/2018nuvoloso

18/12/2018sereno

19/12/2018nuvoloso

17 dicembre 2018

Treviso

AUTO STORICHE E VILLE VENETE

Presentata stamani la 300 miglia, una gara di regolarità che coinvolge le provincie di Padova e Treviso

Laura Tuveri | commenti |

Treviso - Appuntamento internazionale all’insegna dell’arte, dei motori e del territorio, dal 10 all’12 ottobre con "300 Miglia delle Ville Venete", una di regolarità per auto storiche - iscritta a calendario FIVA - gara con 45 prove di precisione per gli specialisti della regolarità. Un’occasione speciale anche per scoprire le bellezze naturali ed eno-gastronomiche e soprattutto la storia di un territorio ricco di Ville Venete, alcune di queste realizzate Andrea Palladio, di cui quest’anno ricorre il 500 anniversario della nascita.

La manifestazione è stata inserita nel calendario di eventi promosso dalla Provincia di Treviso per celebrare il celebre architetto padovano. Le porte di alcuni edifici storici, infatti, saranno aperte ai concorrenti che saranno accolti per una breve sosta e controllo timbro in modo consono alla storia del luogo. Nella Marca trevigiana i partecipanti visiteranno numerose Ville Venete, tra cui la palladiana Villa di Maser.

Non solo sport, ma anche cultura per un evento che tocca le provincie di Padova e Treviso. “Siamo felici di ospitare la presentazione di questa conferenza stampa – ha dichiarato il vice presidente della Provincia di Treviso, Floriano Zambon – soprattutto perché rientra nelle manifestazioni legate all’anno palladiano. Parliamo tra l’altro di una kermesse di alto livello, senza dubbio un’ottima occasione per valorizzare il nostro territorio e far conoscere splendide Ville Venete come Villa di Maser. La 300 Miglia attraverserà gli splendidi territori del padovano e del trevigiano. La Marca Trevigiana in particolare vede con buon occhio queste occasioni di turismo di piacere, di qualità”.

La gara realizzata dall’associazione culturale Vintage Cars Race (Comitato Organizzatore) in collaborazione con l'Associazione per le Ville Venete, con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Treviso, Comune di Treviso, Provincia di Padova, Comune di Padova e Associazione per le Ville Venete, prevede la partenza da Padova in Prato della Valle, passando per la Marca Trevigiana, e ritorno sempre a Padova dopo 3 giorni e 300 Miglia. Le ville venete e gli edifici che verranno visitati sono in provincia di Padova Cà Sagredo a Conselve, Castello di Lispida a Lispida, Cà Marcello Levada a Piombino Dese, Castello di San Pelagio a San Pelagio, la Città Murata di Montagnana, mentre in provincia di Treviso gli automobilisti visiteranno villa Corner a Cavasagra di Vedelago, villa Tiepolo Passi a Carbonera, il castello di Roncade, il castello di S. Salvatore a Susegana, villa Toderini a Codognè, Castel Brando Cison di Valmarino, villa Maser a Maser.

Le ville venete sono un patrimonio inestimabile. Verso la metà del ‘500 molte famiglie patrizie veneziane decisero di investire le grandi ricchezze accumulate nei commerci con l’Oriente nella realizzazione di grandi imprese agricole da amministrare direttamente. Nasceva così la villa veneta, una tipologia abitativa e produttiva assolutamente originale, che ebbe un grande successo poiché rispondeva nello stesso momento ad esigenze estetiche e funzionali. Essa recepiva alcuni caratteri morfologici e strutturali di derivazione romana imperiale che il celebre architetto di ville Andrea Palladio aveva potuto conoscere sui testi antichi e nei diversi viaggi a Roma in compagnia del suo pigmalione, l’umanista Gian Giorgio Trissino. Ed ecco allora sorgere, accanto al corpo centrale destinato all’abitazione del signore, le tipiche barchesse, le stalle, le colombare, le abitazioni per i coloni. Nell’arco di tre secoli varie centinaia di ville furono edificate nella campagna dell’entroterra Veneto e lungo i principali corsi d’acqua. Per ulteriori dettagli sull’evento e per consultare il programma completo, è disponibile il sito www.300migliavillevenete.it che questa gara diventi una delle più importanti del panorama nazionale e internazionale”.

 



Laura Tuveri

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×