18/10/2018parz nuvoloso

19/10/2018sereno

20/10/2018quasi sereno

18 ottobre 2018

Montebelluna

Protesta davanti alla banca: "Ridatemi i miei soldi"

Con la sua auto dalla sera della vigilia di Natale si trova davanti all'ex sede di Venetobanca a Montebelluna

commenti |

l'auto davanti all'ex sede della banca

MONTEBELLUNA - Si piazza davanti alla banca per protesta. Il clamoroso gesto è stato compiuto dal 59enne rumeno Marin Haralambie, rumeno, 59 anni davanti l’ex sede di Veneto Banca in piazza Dall’Armi.

Una protesta che prosegue dalla sera della vigilia di Natale: l'obiettivo è proseguire a oltranza.

Davanti alla sede della banca è giunto con la sua auto, parcheggiata davanti l’ingresso. Ha coperte, frutta, biscotti e thermos, pannoloni, perché è invalido ed è costretto a muoversi con le stampelle dopo un grave infortunio sul lavoro.

Il Natale l’ha passato così, a protestare con uno striscione fornito per l’occasione dal coordinamento don Torta.

Tante le persone che gli hanno garantito solidarietà, sindaco compreso, oltre a qualcosa di caldo da bere.

In azioni di Veneto Banca aveva investito 100 mila euro, i soldi che aveva preso dall’assicurazione per il grave infortunio. Tutti persi.

A Cornuda, era giunto nel 1999 con un contratto di lavoro a tempo indeterminato come meccanico specializzato. Poi il grave infortunio nel 2004 mentre lavorava sotto un ponte dell’autostrada Torino-Savona.

In questi giorni la clamorosa protesta: da parte dell’amministrazione comunale nessuna intenzione di cacciarlo da lì.
 

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×