25/11/2017pioggia

26/11/2017piovaschi e schiarite

27/11/2017sereno

25 novembre 2017

Oderzo Motta

Schianto a San Stino, muore giovane mamma

L'incidente, a due passi dal confine con Cessalto, è avvenuto lunedì pomeriggio nel veneziano. La vittima è una 42enne di Blessaglia Pramaggiore, nata a Motta

commenti |

l'incidente di lunedì pomeriggio a San Stino di Livenza (Ve)

SAN STINO DI LIVENZA (VE) - Mortale a San Stino questo pomeriggio, lunedì, poco dopo le ore 14.30, a due passi dal territorio comunale di Cessalto.

Lo schianto sul ponte a San Stino di Livenza (VE) lungo la statale 14 Triestina: l’incidente è avvenuto tra due auto e un camion.

Morta una donna, M.C., 42 anni di Blessaglia di Pramaggiore, nata a Motta di Livenza.



Grave il figlio di 7 anni. Le squadre dei pompieri di Portogruaro e San Donà sono accorse sul posto e hanno messo in sicurezza i mezzi e lavorato per estrarre il minore, rimasto incastrato nella Fiat Punto insieme alla mamma.

Il bambino è stato stabilizzato dal personale del suem 118 per essere trasferito in elisoccorso in ospedale a Treviso.



La mamma nonostante i tentativi di rianimazione è stata purtroppo dichiarata morta dal personale medico.

Illeso l’autista dell’altra auto e il conducente del camion. La dinamica dell’incidente è al vaglio della polizia locale.


 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

03/06/2015

Schianto in A4, un morto

Il sinistro alle 13.30 tra San Stino e Portogruaro. Ripercussioni lungo tutta l'arteria: 9 km di code

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×