18/07/2024poco nuvoloso

19/07/2024pioggia debole e schiarite

20/07/2024poco nuvoloso

18 luglio 2024

Oderzo Motta

Centro di Cessalto rimasto senza corrente elettrica

È accaduto nel pomeriggio di domenica: il problema, causato da un guasto accaduto venerdì, ha riguardato quasi 500 famiglie

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

Centro di Cessalto rimasto senza corrente elettrica

CESSALTO  - Ieri a Cessalto è saltata la centralina dell'energia elettrica, lasciando il centro al buio e senza corrente per buona parte del pomeriggio: quasi 500 nuclei familiari sono rimasti senza il servizio. Il problema è stato causato da un guasto in una centralina di via Marconi. A causa della rete elettrica del centro ormai obsoleta e non più adatta ai tempi, l'intervento dei tecnici ieri pomeriggio ha avuto come conseguenza il distacco del servizio fino a poco prima delle 19.

L'episodio è accaduto venerdì e quindi i tecnici dell'Enel hanno segnalato la necessità di dover intervenire in diverse vie del centro. La richiesta è arrivata nel pomeriggio di venerdì per iniziare l'intervento a meno di 24 ore di distanza. L'episodio, naturalmente, ha creato parecchi disagi in centro e soprattutto nei nuclei familiari composti da anziani o comprendenti anche persone con necessità di utilizzo di strumenti elettrici.

L'intervento ha riguardato le vie Marconi, Carducci, D'Acquisto, Colonna, Donegal, ma anche altre aree come Piazza Martiri, via Callunga, via Galilei e molte zone, anche parzialmente esterne al centro storico.

Pertanto, in Comune c'è stato nelle ultime ore un tam tam informativo che, per forza di cose, non poteva essere previsto, scatenando il malcontento di molti residenti e naturalmente dell'amministrazione comunale.

Ieri il sindaco Emanuele Crosato ha detto: «Non è possibile che Cessalto per la terza volta in poco tempo rimanga completamente senza corrente elettrica nel cuore del paese. Significa che la rete elettrica ormai non è più sufficiente per le nuove necessità. In ballo tra i 400 e i 500 nuclei familiari. Così non si può andare avanti». 
Un problema che si ripete: «Capiamo bene che con l'avvento e lo sviluppo dei sistemi fotovoltaici per la produzione dell'elettricità ha avuto come conseguenza delle problematiche importanti in relazione alla veicolazione dell'energia elettrica. Tuttavia si tratta di un servizio fondamentale a livello sociale. Pensiamo ad esempio non solo ai giovani ma soprattutto alle famiglie con anziani o a chi ha in casa delle persone con disabilità che necessitano in maniera costante della corrente elettrica».
Dunque, che cosa farete?
«Dopo questo ennesimo episodio causato da un banale guasto alla centralina del centro, non possiamo più rimanere indifferenti. Si tratta del terzo episodio in pochi mesi e significa che evidentemente il concessionario deve prendersi a cuore la questione e cercare di programmare dei lavori di ammodernamento degli impianti. Perché altrimenti così non se ne viene fuori e rimandare in continuazione la risoluzione del problema ha come unica conseguenza il disagio degli utenti lungo tutto il corso dell'anno. Parlo con molti residenti e sento il loro disagio. Chiedo a chi di dovere di intervenire quanto prima perché evidentemente così non si può continuare».


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×